GIOCOQUIZ DELL'ESTATE DI ROVIGOOGGI Ritornano per acclamazione le Bufale polesane, estate II

Cinque notizie, solo una è vera. Settima puntata

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Cinque sono le notizie polesane, ma solo una è vera. Quale sarà? Le altre sono tutte bufale. Ritorna il giocoquiz dell'estate di Rovigooggi.it.
La risposta numero 5- BIG LUCIANO A ROVIGO!è quella giusta della sesta puntata


1- ELETTROMAGNETISMO DA PRIMATO
Lusia, 2001 - Concentrazione di campi elettromagnetici in un'abitazione di Lusia. Accendendo contemporaneamente lavatrice, televisione, computer e lavastoglie si poteva assistere allo spostamento del tavolo di oltre mezzo metro, ad un bagliore verde e a dei piccoli salti delle monete appoggiate per terra.

2- IN SLITTA PER GIACCIANO
Giacciano con Barucchella - Il comune di Giacciano prende il suo nome da "ghiaccio", infatti si pensa che, in corrispondenza di corsi d'acqua, durante l'inverno fosse possibile l'attraversamento del fiume ghiacciato con slitte costruite in modo approssimativo.

3- JOLLY, LA TARTARUGA REGOLARE
Fiesso Umbertiano, 1997 - Nulla di eccezionale ma sicuramente qualcosa di curioso. La tartaruga Jolly del giovane polesano Giampaolo di Fiesso Umbertiano ogni giorno, alle sedici in punto, si muoveva e batteva il guscio sulla prima parete disponibile. Dopo un paio di circostanze si è verificato che, per tutta la sua esistenza, Jolly ogni giorno alle 16 (o al massimo con pochi minuti di scarto) batteva regolarmente il suo guscio contro la parete.

4- LA BICICLETTA DI BUGNO
Porto Tolle, 1990 - Prima del Giro d'Italia del 1990 Gianni Bugno si è recato a Porto Tolle per ottimizzare la sua bicicletta. Una giornata a rifinire i particolari con i suoi meccanici, provando la sua bici da Porto Tolle fino a Polesine Camerini. I risultati sperati si sono visti proprio nel Giro successivo.

5- LE DISAVVENTURE DI MICHELA
Londra, 2010 - Michela, una studentessa polesana, è pronta per andare a Londra per approfondire il suo inglese. Il viaggio dall'aeroporto Marco Polo di Venezia è tranquillo ma, una volta arrivata in Inghilterra, si accorge subito che, il suo bagaglio non c'è. Nulla di strano, può succedere, ma.... il problema è che la sua valigia, contentente tutti gli effetti personali, è stata ritrovata sei giorni dopo a Shangai. Ma che giro avrà fatto? Michela si è riappropriata del suo bagaglio solo dopo ventidue giorni.

Simone Chiarion

16 luglio 2011




Correlati:

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018