PARTNER DI QUALITA' Coldiretti Rovigo, valorizzazione della filiera e rintracciabilità del prodotto prima di tutto

Il maggior rappresentante dell'agricoltura italiana

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Coldiretti ha svolto negli ultimi anni la valorizzazione della filiera, dalla produzione al consumatore, ponendo enorme attenzione alla rintracciabilità del prodotto mediante etichettatura con specifica di provenienza dello stesso, siglando accordi con la gran distribuzione. Valorizzazione delle "cose giuste" cioè del prodotto, del produttore, del lavoratore e di tutti gli attori che permettono al consumatore finale di poter avere in tavola unprodotto genuino a chilometri zero e soprattutto controllato, è stata la mossa vincente che ha permesso a Coldiretti di incrementare il numero di associati e vedere l’avvicinamento di grandi aziende
Il nuovo direttore è Silvio Parizzi, leggi articolo, "Valorizzazione della filiera e rintracciabilità del prodotto, l'agricoltura del XXI secolo"


LE INFORMAZIONI

Coldiretti 
è la più grande organizzazione agricola europea. Coldiretti rappresenta il 70% dell'agricoltura italiana: imprese agricole, cooperative, Consorzi agrari e i Farmer Market di Campagna Amica. 
Dal 2008 Coldiretti promuove la creazione della Fondazione Campagna Amica che conta già oltre 1 milione e 200 mila aderenti. La fondazione ha l'obiettivo di affermare la condivisione di valori tra produttori agricoli e consumatori, quali la sicurezza alimentare e ambientale, il legame tra prodotti alimentari e territorio, l'italianità delle produzioni, la genuinità, la distintività.

L'agroalimentare Made in Italy rappresenta oltre il 15% del Prodotto interno lordo (Pil). Il fatturato agroalimentare nazionale (agricoltura, industria, distribuzione e servizi) vale più di 240 miliardi di euro, di cui oltre 47 provengono dal solo settore agricolo.In agricoltura sono presenti quasi un milione di imprese (il 15% del totale delle imprese italiane) mentre circa 70.000 sono quelle dell'industria alimentare.La superficie coltivata è di circa 15 milioni di ettari, che rappresentano quasi la metà dell’intera superficie nazionale.L’agricoltura italiana è una realtà da primato a livello internazionale e dispone delle risorse per battere le congiunturali difficoltà economiche che, tra l’altro, per il settore agricolo hanno poco a che fare con la pur pesante crisi internazionale.

Coldiretti ha contribuito a costruire una grande agricoltura: grazie al progetto di rigenerazione promosso in questi anni, infatti, l’agricoltura italiana ha portato a compimento una generale rivisitazione del proprio ruolo, della qualità e natura del prodotto.Il lavoro agricolo è diventato così espressione compiuta non solo dell’impegno e della qualità dei prodotti, ma anche del territorio al quale è inestricabilmente collegato, sia in termini di unicità dei suoi prodotti, sia con riferimento alla cultura, alla storia e alle tradizioni.

PRIMATO IN TERMINI DI EFFICIENZA E PRODUTTIVITA'
Il valore aggiunto per ettaro, ovvero la ricchezza netta prodotta per unità di superficie dall'agricoltura italiana, è oltre il triplo di quella USA, doppia di quella inglese, e superiore del 10% rispetto a quelle di Francia e Spagna. Inoltre, l'agricoltura è l'unico settore in controtendenza in italia che ha fatto registrare una crescita del valore aggiunto del 2,4 % nel 2008, a conferma del fatto che la campagna può svolgere un ruolo anticiclico a sostegno dell'economia.L'agricoltura italiana è in Europa il primo produttore di vino e mosti, riso, tabacco, frutta fresca e ortaggi freschi; il secondo produttore di fiori, uova e pollame; il terzo produttore di carni bovine, barbabietola da zucchero, frumento.

PRIMATO IN TERMINI DI SICUREZZA ALIMENTARE
Spetta all’agricoltura italiana il primato della sanità e sicurezza alimentare del Made in Italy alimentare con il record del 99% di campioni regolari di frutta, verdura, vino e olio, con residui chimici al di sotto dei limiti di legge.

PRIMATO IN TERMINI DI SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE
La leadership europea nel biologico: un terzo delle imprese biologiche europee sono italiane così come un quarto della superficie bio dell’Unione superando il milione di ettari (1.067.101,66) con 49.859 imprese agricole.Un paesaggio unico che è metà di un crescente flusso turistico nei 772 parchi e aree protette presenti in Italia che coprono ben il 10% del territorio nazionale. Una tendenza confermata con la crescita dell’agriturismo, che può contare in Italia su 16.000 imprese agricole.

PRIMATO IN TERMINI DI QUALITA’, TIPICITA’ E LEGAME CON IL TERRITORIO
L’agricoltura Italiana ha la leadership europea nei prodotti tipici: 176 prodotti a denominazione o indicazione di origine protetta riconosciuti dall’Unione Europea, di cui 114 Dop e 62 Igp. L’agricoltura Italiana ha un ruolo di primissimo piano in campo enologico: 477 vini a denominazione di origine controllata (DOC), controllata e garantita (DOCG) e a indicazione tipica, pari ad oltre il 60% della produzione vinicola nazionale. Una ricchezza unica nei prodotti agroalimentari tradizionali: 4.396 specialità tradizionali censite dalle Regioni in quanto ottenute secondo metodiche praticate sul territorio in modo omogeneo e regole tradizionali. Ricchezza confermata e rafforzata dalla scelta di non utilizzare OGM nelle nostre colture. Il primato della qualità dell'alimentazione, testimoniato dalla dieta mediterranea, riconosciuta da studi medici come un toccasana per la salute, in grado di incidere sulla longevità e sulla qualità della vita. un primato che la fa ambire ad essere riconosciuta patrimonio dell'umanità dell'Unesco. Il primato europeo nell'export dei prodotti agroalimentari, tra i più apprezzati e per questo anche tra i più imitati al mondo: si stima che il fatturato dei prodotti Made in Italy taroccati raggiunga oltre i 50 miliardi di euro.


Organigramma - COLDIRETTI ROVIGO
Direttore PARIZZI SILVIO
Vice Direttore BOARETTO ROMEO

Segretari di Zona
BERTOLI VITTORIO (Zona Adria)
BRAGIOTO MICHELE (Zona Badia Pol. - Lendinara)
CASSETTA MATTEO (Zona Porto Tolle - Taglio di Po)
FURINI EUGENIO (Zona Castelmassa)
GUERZONI VINCENZO (Zona Fiesso Umbertiano - Ficarolo)
SANDRI FORTUNATO (Zona Rovigo)

Le sedi
ASSOCIAZIONE POLESANA COLDIRETTI ROVIGO

SEDE PROVINCIALE
Via Alberto Mario, 19
45100 ROVIGO
Centralino 0425/2018
Fax 0425/423538
e-mail: rovigo@coldiretti.it
www.rovigo.coldiretti.it

UFFICI ZONA
ADRIA - Via Monsignor Pozzato n. 45/a - 45011 
tel. 0426/21104 - Fax 0425/424871

BADIA POLESINE - Via Piana, 67 - 45021
Tel 0425/594691 - Fax 0425/424872

CASTELMASSA - Piazza Repubblica, 34 - 45035
Tel 0425/201990 - Fax 0425/424873

FICAROLO - Via E. Sarti, 100/a - 45036

Tel 0425/708069 - Fax 0425/708069

FIESSO UMBERTIANO - Via G. Matteotti, 7 - 45024

Tel 0425/708069 - Fax 0425/729077

LENDINARA - P.zza Risorgimento, 1 - 45026

Tel 0425/201960 - Fax 0425/424875

PORTO TOLLE - Via G. Matteotti, 417 - 45018

Tel 0426/81161 - Fax 0426/391105 

ROVIGO - V.le Porta Po, 94/f - 45100

Tel. 0425/403911 - Fax 0425/424876

TAGLIO DI PO - Via C. Grotto, 29 - 45019

Tel. 0426/660148 - Fax 0425/464888


COLDIRETTI IMPRESA PESCA - Via G. Matteotti, 1 - 45014

Tel. 0426/364207- Fax 0425/632311


 

 

 

6 novembre 2013
Deltauto 468x60




Correlati: