BASEBALL ROVIGO Gaa Rounders Italy Day: una festa per riscoprire le origini di una disciplina affascinante. Ospite d’eccezione Filippo Crepaldi, lanciatore in Ibl dell’Unipol Sai Fortitudo Bologna e della Nazionale Italiana

Un’altra pagina di storia

I partecipanti all'evento in via Vittorio Veneto (foto Fabio Padoan)
Julio Ramon Gonzales (foto Fabio Padoan)
Lorenzo Zago (foto Fabio Padoan)
Lucio Taschin (foto Fabio Padoan)
Alberto Olimpieri (foto Fabio Padoan)
Andrea Chieregato (foto Fabio Padoan)
Paolo Bernardi (foto Fabio Padoan)
Raffaello Franco e Lucio Taschin (foto Fabio Padoan)
Sofia Gregnanin (foto Fabio Padoan)
Baseball 730x90

Risultato a parte, è stato un pomeriggio molto divertente per tutti e quasi per tutti è stata una nuova esperienza, un’occasione per conoscere le origini del “batti e corri”. Una vera e propria festa dello sport che ha visto la presenza in campo di giocatori della serie B baseball, di giocarici del softball neopromosso in serie A2, atleti del team di football gaelico, giocatrici delle Venetian Lionesses ed handballers dell’Ascaro Rovigo. 


Rovigo - Sabato 8 ottobre il New Field di via Vittorio Veneto a Rovigo è stato teatro di una particolare sfida, una sfida dal sapore antico organizzata congiuntamente dal Baseball Softball Club Rovigo e dalla New Ascaro Rovigo asd per celebrare i primi cinque anni del sodalizio polesano che per primo ha importato le discipline sportive della tradizione irlandese in Italia. Tra queste vi è il Rounders, il gioco che nelle colonie d’oltreoceano, agli inizi dell’800,  ha dato origine al moderno baseball.

Un clima davvero irlandese, fresco, coperto e ventilato, ha accolto gli atleti e le atlete dei due club che si erano dati appuntamento per partecipare ad un’altra storica giornata per tutto il movimento nazionale della Gaelic Athletic Association.

La versione “Mixed” del Rounders giocata al New Field di Rovigo, è stata una bella sfida, equilibrata e giocata sulla distanza regolamentare dei 7 inning. Per la cronaca da registrare la fuga iniziale dei “gaelici” dell’Ascaro Rovigo anche se alla fine il risultato ha premiato le ragazze ed i ragazzi del Bsc Rovigo guidati, per l’occasione, dal ds Lucio Taschin tornato in campo per la storica sfida e che si sono imposti con il punteggio di 13 a 8. Arbitro d’eccezione il tecnico cubano del Bsc Rovigo Fidel Gutierrez Reinoso.

Risultato a parte, è stato un pomeriggio molto divertente per tutti e quasi per tutti è stata una nuova esperienza, un’occasione per conoscere le origini del “batti e corri”. Una vera e propria festa dello sport che ha visto la presenza in campo di giocatori della serie B baseball, di giocarici del softball neopromosso in serie A2, atleti del team di football gaelico, giocatrici delle Venetian Lionesses ed handballers dell’Ascaro Rovigo. Tra le fila del team baseball/softball Rovigo anche un ospite d’eccezione come Filippo Crepaldi, lanciatore in Ibl dell’Unipol Sai Fortitudo Bologna e della Nazionale Italiana di baseball, peraltro autore di un’ottima prova. Di rilievo anche la prestazione di Michele Rondina protagonista nel box di battuta.

Queste le formazioni che si sono affrontate in un match seguito anche da un buon numero di sportivi curiosi di avvicinarsi a conoscere questa particolare disciplina sportiva:

Baseball Softball Club Rovigo: Julio Ramon Gonzales, Enrico Salvatore, Andrea Vigato, Mattia Schibuola, Lena Gori, Mattia Schibuola, Bianca Gori, Lucio Taschin, Paolo Bernardi, Filippo Crepaldi, Mattia Michelini e Francesco Callegari.

Ascaro Rovigo GAA Rounders: Andrea Chieregato, Alberto Olimpieri, Sofia Gregnanin, Pablo Pietrogrande, Michele Rondina, Niccolò Schibuola, Raffaello Franco, Valter Michelini, Michela Mentini, Lorenzo Zago, Nico Fraccon e Matteo Borgato.

 

 

 

9 ottobre 2016
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe