MOTORI ROVIGO Ben 40 equipaggi provenienti da tutto il Veneto, dall’Emilia Romagna e dalla Lombardia hanno partecipato alla 29esima edizione del Giro del Polesine

Lungo le strade del Delta

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Tra i numerosi premi assegnati ai concorrenti, da sottolineare particolarmente quelli voluti per commemorare tre amici del Club auto moto storiche Rovigo, recentemente scomparsi, ovvero i trofei intitolati a Francesco Gianesella, ad Arnaldo Cavallari e a Walter Bottaro. 


Rovigo - Domenica 6 novembre si è svolta la 29esima edizione del Giro del Polesine, manifestazione turistica per auto storiche, moderne e sportive, organizzata dal club auto moto storiche Rovigo e patrocinata dal Rivs (Registro italiano veicoli storici). 

Oltre 40 equipaggi provenienti da tutto il Veneto, dall’Emilia Romagna e dalla Lombardia si sono dati appuntamento al centro commerciale La Fattoria, sede della partenza della manifestazione. A fare da apripista ai concorrenti una fiammante Alfa Romeo 4C Spider, che ha scaldato l’entusiasmo del numeroso pubblico presente lungo il percorso di circa 110 km, che ha attraversato le località di Borsea, Pontecchio Polesine, Gavello, Magnolina, Baricetta, Valliera, Adria, Porto Viro, Loreo, Tornova, Rosolina e Rosolina Mare. 

Grazie anche alla bella giornata di sole, si è registrata una notevole affluenza di pubblico sia alla sosta in corso Mazzini ad Adria che al controllo a timbro in centro a Loreo, dove i partecipanti sono stati accolti dalla locale Pro Loco che ha allestito un gazebo con speaker che annunciava al pubblico le vetture in transito. 

Dopo aver percorso l’incantevole Via delle Valli, illuminata da un raggiante sole autunnale, la manifestazione ha visto la sua conclusione a Rosolina Mare, dove i partecipanti hanno potuto gustare un ottimo pranzo a base di pesce in riva al mare.

Tra i numerosi premi assegnati ai concorrenti, da sottolineare particolarmente quelli voluti per commemorare tre amici del Club auto moto storiche Rovigo, recentemente scomparsi, ovvero i trofei intitolati a Francesco Gianesella, ad Arnaldo Cavallari e a Walter Bottaro. 

Unanime la soddisfazione dei partecipanti, che hanno particolarmente gradito il percorso attraverso il territorio polesano e gli omaggi gastronomici di prodotti tipici della nostra terra, tra cui verdure di Lusia, salumi e prodotti da forno.

“Un doveroso ringraziamento ai partecipanti - ha commentato Giacomo Turri, presidente del Club - senza i quali non ci sarebbe alcuna manifestazione, alle amministrazioni Comunali di Rovigo, Adria, Loreo, Rosolina e di tutti i comuni attraversati, alla Polizia Locale di Rovigo, Adria, Loreo e Rosolina, alla Pro Loco di Loreo, agli sponsor e a tutti i soci e gli amici del Club auto moto storiche Rovigo, che hanno lavorato alacremente per rendere possibile lo svolgimento della manifestazione. L’appuntamento è all’autunno 2017 per la 30° edizione del Giro del Polesine, dove cercheremo di migliorare ancora la manifestazione, coniugando sempre la passione per le auto storiche con la valorizzazione del territorio polesano.”

 

8 novembre 2016
Bancadria 468x60




Correlati:

  • Il vento sposta l’insegna, intervento in centro

    MALTEMPO ROVIGO Intervento dei Vigili del fuoco per mettere in sicurezza un cantiere in via Sacro Cuore

  • Amidei a Bergamin: "Basta bugie"

    POLITICA ROVIGO Il senatore di Forza Italia, commissario provinciale del partito fa il punto sull'operato del sindaco della Lega Nord del capoluogo: Nulla di fatto, solo arroganza

  • Podio nel K2

    CANOA Gruppo canoe polesine impegnato a San Giorgio di Nogaro sabato 22 e domenica 23 luglio. Terzo posto per la coppia  Giulia Munerato - Giorgia Taddei

  • La CorriXRovigo si riprende il centro storico

    ​​​​​​​PODISMO ROVIGO Giovedì 20 luglio suggestiva partenza dalla Piazzetta Annonaria per contribuire al progetto di riqualificazione avviato dall’associazione Tumbo. Due ristori contro il grande caldo

  • Il sogno di una vita

    MOTORI ROVIGO Il pilota adriese Matteo Luise calcherà, questo fine settimana, gli sterrati dei “flying finns” , resi celebri dal 1000 Laghi, in occasione del Lahti Historic Rally

  • Il fisio dei rugbisti ci ha preso gusto: promosso

    BILIARDO ROVIGO Yarno Celeghin, noto ai più per essere il fisioterapista della FemiCz Rovigo vice campione d’Italia, e per lunghi anni al servizio della Nazionale italiana, si è classificato terzo al campionato regionale di “Stecca” passando in Seconda ca

  • Lavori finiti, transenne via e blocco finito

    LAVORI PUBBLICI ROVIGO Finalmente, dopo 20 giorni esatti, riapre il ponte di via Amendola, per la gioia di residenti ed attività rimaste a lungo bloccate dai cantieri

Musikè fondazione cariparo 730x90