COMUNE ROVIGO L’assessore comunale Susanna Garbo spiega il motivo per sono stati prelevati 26mila euro dal settore degli asili nido per quello della polizia locale 

"Tutto regolare nello spostamento di risorse dal nido alle multe"

Animazione estiva Baseball Camp 2018

“Sono soldi messi da parte più del necessario e che per questo vengono destinati all'ufficio verbali” questa è la risposta dell’assessore al bilancio Susanna Garbo che ha spiegato la procedura nel caso i settori del comune, come quello di polizia locale, si trovino in difficoltà e quindi possono richiedere ulteriori fondi ad un settore che invece non ne ha bisogno. Inoltre evidenzia anche le altre altre operazioni effettuate approvando la variazione di bilancio 



Rovigo - Vuole fare chiarezza l’assessore comunale al bilancio Susanna Garbo sulla vicenda che ha visto il consiglio comunale approvare una variazione di bilancio che prevede la destinazione di 26 mila euro da fondi regionali per gli asili nido al settore della polizia locale che ha richiesto 42 mila euro per la spedizione dei verbali delle multe (LEGGI ARTICOLO).

“Spiego in termini semplici come quello che viene additato un togliere fondi agli asili, non sia in effetti nulla di tutto ciò. - esordisce - Ogni inizio dell'anno, basandosi verosimilmente sull'andamento dell'anno precedente, ogni responsabile del settore si fa ‘mettere da parte’ una somma in bilancio, tecnicamente viene "destinata", per ogni servizio necessario. Durante l'anno ovviamente ci sono scostamenti, che possono dipendere da migliaia di fattori, e verso fine anno, si fa il conto di quanto è servito per quel medesimo servizio, vedendo se le previsioni fatte sono state sufficienti, esagerate od addirittura insufficienti”.

Garbo spiega che quando le previsioni sono esagerate, si verificano le cosiddette "economie", quindi soldi che si sono risparmiati rispetto al previsto, e che il responsabile può chiedere di destinare per altre cose all'interno dei suoi uffici, o lasciare liberi per altri colleghi che possono averne bisogno, perché appunto hanno fatto previsioni insufficienti. “In questo caso perciò, i soldi che si sono liberati dal servizio degli asili, perché messi da parte più del necessario, sono stati destinati all'ufficio verbali. - commenta - Nulla di quanto dovuto è stato tolto. Si specifica inoltre che, tecnicamente, i soldi sopraddetti si possono usare solo nell'anno in corso. Chi è stato già amministratore, che quindi ben conosce la situazione, sta gridando allo scandalo ben sapendo di usare in modo volutamente ingannevole le informazioni”. 

L’assessore inoltre segnala che, nella delibera del consiglio comunale in cui si parla di questi spostamenti, grazie ai maggiori incassi di oneri di urbanizzazione, si riescono a restituire 80.600 euro al Censer che, li ha versati in più anni per la realizzazione del centro universitario. “Il Comune paga dunque i suoi debiti pregressi, prima di impegnarsi in nuove spese che poi ricadrebbero sulle tasche dei cittadini. - conclude - L’amministrazione guidata dal sindaco di Rovigo Massimo Bergamin riesce anche a comprare una lavasciuga ed attrezzatura varia per il Palazzetto dello Sport per un costo di circa 14mila euro. Da metà marzo dell'anno prossimo, il Comune non sborserà più 25.500 euro l'anno di affitti da versare all'Accademia per gli uffici del Teatro che, saranno spostati nei locali del teatro stesso, con un notevole risparmio per le casse comunali”. 

Infine evidenzia che sono stati passati a tempo pieno ben cinque dipendenti comunali precedentemente part time, e, infine, la ditta che collabora con il Comune per l'illuminazione pubblica (Insigna) darà al Comune un contributo di circa 105.000 euro che verranno destinati interamente per potenziare ed adeguare gli impianti di illuminazione.

1 dicembre 2016
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Cooking Chef Academy 730x90