POLITICA ROVIGO Il senatore polesano di Forza Italia  Bartolomeo Amidei annuncia un progetto di legge sulle Province: "Così non vanno, la legge Delrio ha fallito"

Prospettiva paradossale, ma possibile 

Musikè fondazione cariparo 730x90

Per Amidei si potrebbe profilare nel caso di Rovigo addirittura un Consiglio di segno opposto al Presidente: l’8 gennaio prossimo, infatti, si voterà solo per il rinnovo del primo mentre per l'elezione del secondo occorrerà attendere altri due anni 

Leggi l’articolo sulla posizione di Fratelli d’Italia - Alleanza nazionale
Leggi l’articolo al ricorso alle più alte cariche dello Stato


Rovgo - Ridare peso e valore al ruolo delle Province. Il senatore Bartolomeo Amidei (Forza Italia) inizia il 2017 all'insegna dell'impegno istituzionale annunciando a stretto giro un'interrogazione prima ed un progetto di legge subito a seguire. 

La materia può apparire soltanto tecnica ma è invece estremamente delicata: "Con la cosiddetta riforma Delrio, la legge 56 del 2014, si è dato corso alla soppressione delle Province stante quanto previsto però solo in seguito dall'articolo 114 di quella riforma costituzionale sonoramente bocciata dai cittadini il 4 dicembre scorso e che nelle previsioni doveva portare ad un assetto in cui trovassero spazio solo Comuni, Città metropolitane e Regioni. Si è insomma proceduto negli ultimi due anni a modificare l'impianto istituzionale del Paese - commenta il coordinatore polesano degli azzurri - senza tener conto del parere degli elettori e nemmeno quello tecnico della Consulta, atteso solo il prossimo 24 gennaio: ritengo questo modus operandi un totale spregio alla volontà popolare e l'ennesima riprova che questa maggioranza opera in totale disconnessione dalla realtà ma il peggio deve ancora arrivare perché si potrebbe aprire ben presto una stagione fatta di ricorsi su cui qualcuno dovrà pur esser chiamato a rispondere...".

Per Amidei, "così come pensate (e volute) dalla legge Delrio, le Province, bocciate dai cittadini, sono state minate quindi nella loro struttura alla base, dopo aver già visto peraltro demolire pezzi importanti quali le competenze su polizia provinciale, lavoro, edilizia scolastica, protezione civile e manutenzione strade, messe seriamente a rischio.

Come se non bastasse poi - incalza il senatore - oltre al vuoto di potere conseguenza del loro progressivo depauperamento, si potrebbe profilare nel caso di Rovigo addirittura un Consiglio di segno opposto al Presidente: l’8 gennaio prossimo, infatti, si voterà solo per il rinnovo del primo mentre per l'elezione del secondo occorrerà attendere altri due anni, prospettiva paradossale ma persino possibile..."

Insomma, un pasticcio nel pasticcio che però trova Amidei pronto a dar battaglia: "La 'casa dei Comuni' è uno dei fondamenti non solo della Costituzione ma della storia di questo Paese e che affonda le sue radici addirittura in epoca risorgimentale (in Veneto le Province furono istituite già nel 1867) a differenza invece delle Regioni, istituite soltanto nel 1970: Rovigo merita di più - conclude l'ex sindaco bassopolesano - che si riaffermi cioè quel ruolo propulsivo e di coordinamento, a cui si subordina pure il futuro di altri organismi come questura, prefettura, comando dei carabinieri e dei vigili del fuoco". 

 

 

1 gennaio 2017
Tecnostore Occhiobello 468x60




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017