ELEZIONI PROVINCIALI ROVIGO Alle 12 avevano già deposto la scheda nell'urna circa il 50% degli aventi diritto. Consultazioni aperte fino alle 20.00, poi lunedì 9 gennaio lo scrutinio

Quando votano i politici è assalto alle urne

Musikè fondazione cariparo 730x90

Sono in corso le elezioni per il rinnovo del consiglio provinciale, non del presidente, il cui mandato dura esattamente il doppio: quattro anziché due anni. Nonostante l'appello lanciato da alcuni consiglieri comunali, di Trecenta e Occhiobello, che lamentavano la mancata convocazione ufficiale alle urne (LEGGI ARTICOLO), non c'è stata sospensione del voto. Si confrontano due liste (LEGGI ARTICOLO), la cui formazione ha creato pochi problemi all'interno del centrodestra (LEGGI ARTICOLO)



Rovigo - Alle 12 di domenica 8 gennaio avevano già votato circa il 50% dei 594 aventi diritto ad esprimere la preferenza per il rinnovo del consiglio provinciale. Non si vota invece per il rinnovo del presidente, il cui mandato dura quattro anni, invece dei due del consiglio. Sono chiamati alle urne consiglieri comunali e sindaci di 49 Comuni del Polesine. Unico escluso, Porto Viro, dopo la caduta della giunta dell'ex sindaco Thomas Giacon.

Si confrontano due liste, ognuna formata da 10 candidati consiglieri. Una di sostanziale continuità con il presidente Marco Trombini, “Uniti per il Polesine”, formata da Vinicio Piasentini, Giovanni Rossi, Claudio Bellan, Michele Domeneghetti, Giorgio Grassia, Gino Alessio, Davide Diegoli, Lorenza Masiero, Daniele Grossato, Valeria Toso.

L'altra promossa dal sindaco di Rovigo Massimo Bergamin, “Centrodestra per il Polesine”, formata da: Michele Aretusini, Renato Borgato, Massimo Busatti, Daniele Ceccarello, Laura Cestari, Antonio Laruccia, Katia Malaman, Chiara Paganin, Michele Visentini, Angela Zambelli. 

Si vota fino alle 20.00 di domenica, poi lunedì 9 gennaio seguirà lo scrutinio.

8 gennaio 2017
Bancadria 468x60




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe