DROGA ROVIGO Arriva una condanna pesante, per due giovani fratelli albanesi: quattro anni a testa con rito abbreviato, dopo la brillante indagine della squadra mobile di Rovigo

"Avevano un etto di cocaina". E 31mila euro in contanti

Seren automobili affiliazione feb-mar-apr 2017

Quattro anni di reclusione  a testa, questa la sentenza pronunciata dal giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Rovigo Alessandra Martinelli, al termine del processo con rito abbreviato celebrato nella mattinata di mercoledì 12 gennaio a carico di due giovani fratelli albanesi, entrambi sui 25 anni



Rovigo - Gli investigatori della squadra mobile di Rovigo li avevano seguiti passo per passo, a maggio, nei loro spostamenti nei locali della movida di Rovigo, all'ora dello spritz. Sino al controllo finale, culminato, secondo la ricostruzione dell'accusa, col ritrovamento, nella pedaliera della monovolume, di un involto con circa un etto di cocaina. Questa la ricostruzione dei fatti in base alla, quale, a maggio, erano stati arrestati due fratelli albanesi, sui 25 anni.

 

La perquisizione domiciliare nella loro abitazione, successiva al contestato ritrovamento della droga, avrebbe consentito di trovare una somma di 31mila euro in contanti. Secondo gli investigatori della squadra mobile, il provento di una attività di spaccio, secondo i due i risparmi della famiglia.

 

Questa la tesi sostenuta, all'epoca, nel corso dell'udienza di convalida, che aveva anche visto uno dei fratelli assumersi la responsabilità esclusiva di quella cocaina, scaricando quindi il fratello da ogni responsabilità. Non come destinata allo spaccio, ma come una "riserva" per uso personale, in vista di un periodo da passare in Albania nel corso del quale non poteva esser certo di potersi rifornire.

 

L'udienza del processo di primo grado, con rito abbreviato, si è celebrata nella mattinata di mercoledì 12 gennaio, di fronte al giudice per le udienze prelimiinari Alessandra Martinelli, che ha inflitto ai due una condanna a quattro anni a testa, oltre a una multa nell'ordine dei 17mila euro.

11 gennaio 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe