AMBIENTE POLESINE ROVIGO Il consiglio provinciale approva all’unanimità la modifica al regolamento sulla pesca e nomina i rappresenti in vari organismi ambientali

Il bilancione da 20 metri ora è ammesso 

Seren automobili affiliazione fino a luglio 2017

Un consiglio principale centrato principalmente sull’ambiente e la pesca quello di lunedì 20 marzo che ha visto la modifica del regolamento della pesca in particolare il nuovo attrezzo per la pesca professionale e la nomina dei rappresentati provinciali in diversi enti e consorzi di bonifica 



Rovigo - Si chiama bilancia grande ed è il nuovo attrezzo per la pesca professionale, approvato all’unanimità dal consiglio provinciale lunedì 20 marzo, utilizzabile nella zona salmastra, zona C con esclusione del Po e diramazioni. 

Con dimensioni in pianta pari al massimo di 20 metri di lunghezza per 12 di profondità, la rete da pesca sarà movimentata da un argano manuale nella discesa e risalita. La struttura, già presente in altre province, costituita da sei pilastri in ferro infissi nel fondo marino, andrà posta a ridosso dei lati esterni del capanno fronte acqua. 

Restando in tema ambientale il consiglio provinciale ha poi provveduto a nominare i rappresentati della Provincia nei vari consorzi di bonifica ed enti: alla sezione veneta dell’Upi andranno Vinicio Piasentini, Valeria Toso e Laura Cestari; nel Consorzio Adige Po Daniele Ceccarello, in quello Delta del Po Claudio Bellan e nel consorzio bonifica Veronese Giovanni Rossi.

L’assemblea in precedenza aveva espresso parere favorevole alla cessione al Comune di Villamarzana di un tratto di strada, dal km 0 al km 1+320, della provinciale 23 Villamarzana-Canaro.

In apertura di seduta il presidente Marco Trombini ha dato lettura dei decreti coi quali assegnava le deleghe ai consiglieri provinciali Claudio Bellan, Valeria Toso, Lorenza Masiero, Angela Zambelli (LEGGI ARTICOLO) e Valeria Toso (LEGGI ARTICOLO).

20 marzo 2017




Correlati:

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe