PROFESSIONI ROVIGO E PROVINCIA L’ordine degli architetti della provincia di Rovigo aderisce con nove studi tra il capoluogo, Adria e Porto Viro alla manifestazione nazionale del 26 maggio. Gli studi saranno aperti al pubblico con eventi 

Una data per conoscere l’arte che fa bella una casa e green una città

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo

“Open! Studiaperti”, il 26 maggio gli architetti aprono i loro studi al pubblico. Questa manifestazione unirà tutti gli studi italiani in un unico grande evento diffuso sul territorio nazionale con scopo e obiettivi comuni. E’ organizzata dall’ordine degli architetti della provincia di Rovigo



Rovigo – Sono nove gli studi professionali di architettura della provincia che il 26 maggio aderiscono alla grande manifestazione nazionale che abbraccia la cultura e unirà gli studi italiani in un unico grande evento diffuso. Vi partecipano da Rovigo: lo studio Marco Ambrosi, Massarente Archiettura, Navarrini architetti e associati, 039 Architecure, la società di progettazione Project Scarl, Studio Paparella, Roberto Pavan e Erica Siviero della AP&P; ad Adria lo studio Costanzo. Ingegneria+archietttura e a Porto Viro Barbara Pregnolato architetto.

Questa iniziativa è stata promossa dal Consiglio nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori a cui partecipano 601 gli studi di Architettura, di 82 province italiane. Apriranno le porte al pubblico in contemporanea il 26 maggio per far conoscere il mondo dell’architettura e gli ambiti in cui operano, dando la possibilità ad ogni architetto di rappresentare, l’intera categoria professionale attraverso l’organizzazione di specifici eventi.

Lo scopo dell’Open Studi Aperti è quello di avvicinare i cittadini agli architetti, per farne comprendere l’importanza del loro ruolo come protagonisti delle trasformazioni dello spazio pubblico e privato, nonché come portatori di valore sociale, perché contribuiscono a risolvere, le questioni sociali, economiche e culturali della nostra società attraverso tematiche come la sicurezza dell’abitare, lo sviluppo sostenibile, la convivenza e l’integrazione, la valorizzazione delle bellezze del paesaggio e dei territori e la tutela del patrimonio artistico.

Inoltre l’intenzione è quella di far conoscere al pubblico il mondo dell’architettura, far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi professionali, stimolare gli stessi architetti a promuovere il loro lavoro e la loro attività rappresentando l’intera categoria professionale, avvicinare i cittadini a questi professionisti per far comprendere l’importanza dell’architettura e della figura dell’architetto che interviene sullo spazio dell’uomo.

Una circostanza di grande rilievo nel progetto, voluta dal Dipartimento promozione della cultura architettonica e della figura dell’architetto del consiglio nazionale degli Architetti, coordinato da Alessandra Ferrari, è quella di far operare insieme sia grandi che piccoli studi come testimonianza della funzione sociale dell’architettura.

20 maggio 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Slitta il blocco del centro a domenica 10 giugno 

    COMUNE ROVIGO L’assessore all’ambiente Federica Moretti ha deciso di spostare sul calendario la terza domenica ecologica prevista per il 15 aprile 

  • Non bastano quelli che ci sono: sei richieste di nuovi supermercati  

    URBANISTICA ROVIGO Piano del commercio pronto ad essere approvato in giunta, confermate le manifestazioni di interesse per le aperture di nuovi strutture di vendita, tra cui quella di Lidl in via Merlin

  • La nuova Procura? Sarà splendida. E scomodissima

    TRIBUNALE ROVIGO Entro l'anno traslocherà a Palazzo Campo, ex sede del Consorzio di bonifica. Sistemazione prestigiosa, ma con vari problemi sul fronte della logistica

  • Bellezza e segreti dell’architettura veneziana 

    INCONTRI ROVIGO Dal 13 febbraio fino al 10 aprile presso la sede dell’Arci si terranno sei lezioni con l’architetto Mario Bulgarelli sull’architettura dei Dogi, a partire dal periodo bizantino fino al Rococò, passando per Palladio, Sansovino e Longhena

  • Dopo 20 anni, addio al chiosco di piazza Merlin

    IL CASO ROVIGO Sono scaduti i termini della concessione comunale, che aveva durata ventennale. La giunta ha deciso: i proprietari, entro il 18 giugno, dovranno ripristinare lo stato dei luoghi. In altre parole, sbaraccare

  • Parcheggi in centro, allo studio due aree

    URBANISTICA ROVIGO L’ex distributore dell’Eni e l’ex pista di pattinaggio dietro la palestra di viale Trieste, sempre qualora i privati fossero disponibili alla collaborazione, potrebbero diventare dei parcheggi scambiatori

  • Ufficio tecnico a portata di click

    COMUNE PORTO TOLLE (ROVIGO) Il “Sit”, il sistema informativo territoriale, che racchiude la piattaforma digitale dedicata a tutta la materia urbanistica comunale è stato aggiornati con tutti i numeri civici degli edifici del territorio comunale

Cooking Chef Academy 730x90