ARTE ROVIGO Il 27 maggio inizierà il progetto Arting Pot – Fusioni d’Arte. Sono previste numerose performance, eventi ed iniziative su tutto il territorio polesano, tra cui spettacoli teatrali e il corso di alta formazione per danzatori contemporanei

La danza d’avanguardia incontra il territorio

Foto di archivio
Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Inizia il 27 maggio il progetto di Arci, Legambiente e Cantieri culturali creativi Arting Pot – Fusioni d’arte. In programma, numerosi eventi e spettacoli teatrali e il corso di alta formazione per danzatori contemporanei. Tra gli obiettivi del progetto vi sono incentivare sviluppo del territorio e valorizzare le differenze culturali



Rovigo - Torna il progetto Arting Pot – fusioni d’arte, a cura di Arci, Legambiente e Cantieri culturali creativi, con una seconda edizione ricca di eventi culturali legati alla danza contemporanea e al teatro. Incentivare il desiderio di riappropriazione e fruizione di luoghi e spazi abbandonati da parte dei cittadini, ridurre il disagio sociale valorizzando le differenze culturali, valorizzare gli aspetti culturali, sociali e turistici e le potenzialità inespresse del territorio attraverso il linguaggio artistico: questi sono gli obiettivi del progetto.

“Questa seconda edizione – spiega Giorgia Businaro, responsabile del progetto – vuole sviluppare le basi poste lo scorso anno. Viene riproposto il corso di alta formazione per danzatori contemporanei, con docenti di altissimo valore e fama internazionale ed è stato studiato un nuovo tour estivo che prenderà il via sabato 27 maggio presso il teatro di Costa di Rovigo”.

Il calendario di eventi studiati per l’estate 2017 sarà ricco di iniziative: sabato 27 maggio alle 21 presso il teatro Rossi di Costa di Rovigo, aprirà la stagione uno spettacolo teatrale di e con Marco Paoli, Manuele Pica e Edoardo Minelli. Il progetto continuerà poi con una residenza teatrale guidata dall’attore e regista Marco Paoli e svolta presso l’ostello Canal Bianco, in collaborazione con la cooperativa sociale Porto Alegre. Nell’ambito della residenza, i giovani richiedenti asilo ospitati nella struttura prenderanno parte ad un laboratorio teatrale volto a realizzare uno spettacolo che verrà portato in scena sabato 1 luglio.

Da lunedì 3 luglio, prenderà avvio la seconda edizione del corso di alta formazione per danzatori contemporanei che si svolgerà nel pieno centro di Rovigo, presso la sala Gran Guardia. Saranno tre settimane full immersion nel mondo della danza con ospiti d’eccezione. La prima settimana, denominata “Carta Bianca”, sarà dedicata ad un laboratorio coreografico di danza contemporanea e teatro fisico condotto da Romina Zangirolami; la seconda settimana vedrà il ritorno a Rovigo del danzatore Riccardo Meneghini, che proporrà un percorso sulla destrutturazione del movimento sul corpo del danzatore e nello spazio. La terza settimana vedrà la partecipazione di Danilo Colonna, che concluderà il percorso formativo con un laboratorio coreografico di sperimentazione corporea. Al termine di ogni settimana, i corsisti proporranno alla città una restituzione pubblica del lavoro svolto, utilizzando come scenografia piazze e luoghi particolari di Rovigo.

Il 9 luglio, in collaborazione con il centro di documentazione polesano, Arting Pot farà tappa a Badia Polesine, presso Villa Valente Crocco, nell’ambito del Festival dei Popoli. In quell’occasione, Thierry Parmentier porterà in scena una spettacolo che celebrerà i suoi trent’anni di carriera in Italia.

Arting Pot – Fusioni d’Arte è un progetto ideato e coordinato da Giorgia Businaro per conto del circolo Arci Il Tempo Ritrovato e sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Ulteriori informazioni riguardo le attività del progetto, il calendario e la rete dei partner sono reperibili sulla pagina Facebook. 

23 maggio 2017




Correlati:

Bancadria 730x90 esclusiva