DOPPIA TRAGEDIA PORTO VIRO (ROVIGO) Il 19 gennaio persero la vita Daniele Finotti e Gianfranco Fusetti, 58 e 45 anni, rispettivamente titolare e dipendente di una vetreria affacciata sulla strada

Morte in Romea: non fu colpa del secondo camionista

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017

Il 19 gennaio scorso fu un giorno tremendo a Porto Viro, per un incidente sulla Romea in cui persero la vita Finotti e Gianfranco Fusetti, 58 e 45 anni, rispettivamente titolare e dipendente di una vetreria affacciata sulla strada (LEGGI ARTICOLO). Ora, l'indagine aperta su quella tragedia ha portato a un primo risultato: non ci sono elementi per proseguire l'indagine a carico di uno dei due camionisti coinvolti, la cui posizione è stata archiviata dalla Procura



Porto Viro (Ro) - Il furgone sul quale viaggiavano, e che si stava immettendo in Romea, venne prima tamponato da un camion che sopraggiungeva, quindi lanciato nell'altra corsia, dove venne investito da un secondo mezzo pesante. Questa la prima, ipotetica ricostruzione della dinamica dell'incidente avvenuto lo scorso 19 gennaio sulla strada Romea, nel Comune di Porto Viro, all'altezza della zona industriale, per la precisione al chilometro 68 + 300 (LEGGI ARTICOLO).

A perdere la vita furono Daniele Finotti e Gianfranco Fusetti, 58 e 45 anni, rispettivamente titolare e dipendente della vetreria che si trova proprio in quella porzione di zona industriale, che provenivano da questa, sempre secondo questa prima ricostruzione. A eseguire i primi rilievi, il personale della polizia stradale, nell'ambito dell'indagine poi presa in mano e coordinata dalla Procura di Rovigo, nella persona del sostituto procuratore Davide Nalin, che aveva disposto anche una consulenza tecnica, alla luce della complessità della dinamica.

Una attività della quale, ora, si scorgono i primi risultati, alla luce dell'archiviazione disposta per il secondo dei due camionisti, ossia quello che avrebbe inferto, secondo questa ipotesi di dinamica, probabilmente l'urto più grave, scagliando il furgone nel fosso, dove prese poi fuoco. La sua posizione era seguita dall'avvocato Federico Laurenti. L'archiviazione significa che la Procura, nella fase delle indagini preliminari, non ha ravvisato elementi per portare avanti una ipotesi di reato a carico dell'indagato in questione.

Probabile che il ragionamento della Procura sia stato che il secondo camionista, tra l'altro cittadino straniero, saltuariamente in Italia per lavoro, non avrebbe potuto fare nulla per evitare l'impatto devastante. 

L'incidente, tra l'altro, era stata anche l'occasione per scoprire che quella intersezione a raso, affacciata direttamente dalla zona industriale sulla Romea, avrebbe dovuto essere eliminata, alla luce di due sollecitazioni in questo senso inviate a suo tempo da Anas al Comune di Porto Viro (LEGGI ARTICOLO).

10 ottobre 2017




Correlati:

  • L'Ulss batte cassa: mazzata 

    COMUNE PORTO VIRO (ROVIGO) L'azienda sanitaria ritiene di avanzare le quote relative al 2015, 2016 e 2017. Il totale è di circa 400mila euro. Ma arriva anche una buona notizia

  • I Pollicini hanno incantato tutti

    LA FESTA A PORTO VIRO (ROVIGO) Una performance musicale speciale a Donada. Una manifestazione davvero splendida

  • “Nessuno qui parla a nome degli azzurri”

    FORZA ITALIA PORTO VIRO (ROVIGO) Il coordinatore provinciale Piergiorgio Cortelazzo e il suo vice Federico Simoni precisano la posizione del partito e la mancanza di un portavoce autorizzato

  • Arrivano i Babbi Natale in moto 

    EVENTI DELTA DEL PO ROVIGO Il 17 dicembre si terrà l’undicesima edizione Motobabbi nei comuni di Porto Viro, Rosolina, Loreo e Taglio di Po 

  • Una bella esperienza di inclusione

    PODISMO ROVIGO In occasione dei campionati studenteschi disputati a Ceregnano il 15 novembre, in gara anche uno studente autistico accompagnato dal suo tutor

  • “La cittadinanza non va regalata, va meritata”

    POLITICA PORTO VIRO (ROVIGO) Il consigliere Michele Capanna, l’assessore Diego Crivellari e il segretario Lega Nord Marino Tessarin intervengono in merito allo Ius Soli

  • “Innamorato pazzo”, scala il terrazzo: a processo

    STALKING PORTO VIRO (ROVIGO) Rinviato a giudizio l’ex compagno, avrebbe perseguitato, aggredito e terrorizzato la donna, ma anche la figlia minorenne di lei: “finse di investirla”

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe