DANZA ROVIGO Il Teatro Studio ospita, giovedì 30 novembre, uno spettacolo dal titolo “Tempi duri richiedono danze furiose” sulla situazione femminile

Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a... danzare

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Uno spettacolo di danza contemporanea incentrato sulla situazione femminile, ispirato al libro “Donne che corrono coi lupi”, di Clarissa Pinkola Estés. In scena, a Teatro Studio Romina Zangirolami, Simona Argentieri e Marta Tabacco, protagoniste di una performance “furiosa”



Rovigo – Una performance, ideata e realizzata da Romina Zangirolami, Simona Argentieri e Marta Tabacco, che si ispira al libro “Donne che corrono coi lupi”, di Clarissa Pinkola Estés, nel quale si parla della collera femminile come di un fuoco capace di cuocere, non solo di distruggere. L’autrice racconta come le donne abbiano bisogno di imparare a gestire ed esprimere la propria giusta collera, di tracciare e far rispettare i propri confini e di portare a guarigione le proprie emozioni. 

Giovedì 30 novembre, alle ore 21, al Teatro Studio di viale Oroboni andrà in scena “Tempi duri richiedono danze furiose”, uno spettacolo di danza contemporanea prodotto nell’ambito di “Città Segreta – storie, cronache, leggende della Rovigo del 1500”, progetto promosso da Arci Nuova associazione comitato provinciale e sostenuto dalla Fondazione Cariparo nell’ambito del bando “Culturalmente 2016”.

In scena tre diversi corpi, tre anime, tre vite bloccate ad un bivio, confuse, che non si sentono mai abbastanza brave, preparate o creative e questo le rende assolutamente uguali a tutte le donne di questo periodo storico, in cui la collera femminile diventa preziosa, “forza potente”, grazie alla quale è possibile reagire a torti, arginare soprusi, evitare sofferenze, affermare la propria personalità, difendere le proprie idee, esplorare percorsi creativi. 

“Una scelta assolutamente attuale quella fatta insieme alla coreografa Romina Zangirolami – spiega Giorgia Businaro, responsabile del progetto Città Segreta. – In un periodo in cui molte donne cominciano a farsi forza e a denunciare soprusi e molestie subite, le ‘donne che corrono coi lupi’ possono essere di stimolo ed esempio. È incredibile come la ricerca storica legata ad accadimenti della Rovigo del 1500 e, in particolare, la riflessione sul trattamento riservato alle presunte streghe, sia paragonabile, per certi versi, a molti contesti odierni”. Un tema, quello della riflessione sulla situazione femminile nel 1500 e oggi, affrontato insieme alla Commissione provinciale Pari Opportunità che, con la sua presidente Raffaela Salmaso, ha aderito al progetto fin dalla sua ideazione. 

“Dobbiamo ringraziare, oltre alla Commissione provinciale Pari Opportunità, l’Archivio di Stato di Rovigo per il supporto nelle fasi di ricerca, Cantieri Culturali Creativi per le indicazioni in ambito artistico, Rotary Club di Rovigo, Fulvia Tour, Edilmebas e Berto’s per il sostegno economico al progetto e l’aziende agrituristica Corte Benetti per la disponibilità di sale per la produzione e le prove dello spettacolo”. 

18 novembre 2017




Correlati:

  • L’uomo che salvò una intera stamperia

    SCUOLA LENDINARA La stamperia del seminario vescovile, portata in città da Rovigo, aperta alle visite. Per i ragazzi delle medie, un viaggio affascinante

  • Chicche introvabili in vendita per acquistare libri nuovi

    PROVINCIA DI ROVIGO Da sabato 16 a domenica 18 dicembre arriva il mercatino nella sala Celio, nel capoluogo, nell'ambito di una raccolta fondi per aggiornare il patrimonio librario

  • Ciak si gira. Nella magia del Delta

    IL FILM BASSOPOLESINE ROVIGO Domenica 17 dicembre prendono il via le riprese del lungometraggio del Tpo, col regista Ferdinando De Laurentis

  • La tradizione va in scena con Tosca 

    STAGIONE LIRICA ROVIGO Venerdì 15 dicembre alle 20.30 l’opera di Giacomo Puccini sul palco del teatro Sociale. Protagonista Lilla Lee, Cristian Ricci. Dirige Simon Krecic, la regia è di Artemio Cabassi

  • I Pollicini hanno incantato tutti

    LA FESTA A PORTO VIRO (ROVIGO) Una performance musicale speciale a Donada. Una manifestazione davvero splendida

  • Alla scoperta di una splendida mostra

    CULTURA E ROVIGO I soci del Circolo alla scoperta delle Secessioni Europee, la mostra di Palazzo Roverella

  • La grande festa del presepe

    FESTE LENDINARA (ROVIGO) Dal 3 dicembre al 28 gennaio arriva la XVI rassegna de "L'arte del presepe", a Palazzo Ponzetti in via Duca d'Aosta. E' il primo passo del futuro Museo del Presepe

Fondazione Cariparo Nuove Generazioni