CULTURA ROVIGO Il Grandi Fiumi partecipa alla Settimana dei beni culturali ed ambientali in Polesine, con una serie di iniziative, dal titolo “Il 500 si racconta”. Ecco gli appuntamenti

Rinascimento per tutti al museo 

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Una serie di appuntamenti per la settimana dei beni culturali, alla quale partecipano tantissime associazioni del territorio, il Comune e anche il museo dei Grandi Fiumi che ospiterà iniziative dal titolo “Il 500 si racconta”



Rovigo – Laboratori, visite guidate, presentazioni, per coinvolgere tutti, dai più piccoli ai più grandi, in questo bel mondo di storia, conoscenze e cultura. Tutto questo grazie ad una rete di partners che comprende alcuni fra i più rilevanti attori culturali polesani. Hanno collaborato: Comune di Rovigo - museo dei Grandi Fiumi, Aqua srl, Iis “Edmondo De Amicis”, l’associazione “Renzo Barbujani” onlus insieme all'associazione Cpssae e alla biblioteca del seminario vescovile, il coro polifonico “Città di Rovigo”, l'associazione Il Canto delle Muse, la parrocchia di San Bartolomeo Apostolo.

“Siamo molto felici – commenta l'assessore alla cultura Alessandra Sguotti – di questa preziosa sinergia. Da notare inoltre, il grande coinvolgimento dei giovani, in particolare mi preme far presente che la locandina è stata ideata e progettata da uno studente dell'Iis Edmondo De Amicis, Davide Vallarin, nell'ambito del rapporto di convenzione pluriennale avviato lo scorso anno scolastico con il museo dei Grandi Fiumi, così come un secondo studente ha ideato la locandina generale della settimana. Altri studenti hanno svolto ricerche storico-artistiche e predisposto presentazioni multimediali che verranno utilizzate durante gli itinerari guidati. Inoltre, con l'apporto del De Amicis, sono in via di definizione materiali didattici innovativi, destinati ai laboratori per bambini, per un approccio del museo da un punto di vista più ludico. Ringrazio scuola, insegnanti e studenti, oltre ovviamente, a tutti i nostri partner che hanno reso possibile la realizzazione degli eventi”.

Tutte le iniziative sono gratuite e grazie alle due associazioni Il Canto delle Muse e Coro polifonico Città di Rovigo e all'associazione Barbujani, ci sarà anche uno speciale concerto con l'Accademia dei Dissennati, rivolto alla cittadinanza.

Sabato 2 e sabato 9 dicembre alle 16.30 visita guidata alla chiesa parrocchiale, alla sacrestia e al complesso conventuale di San Bartolomeo, con approfondimenti multimediali. Domenica 3 e domenica 10 dicembre alle 11 visita guidata alla sezione museale Rinascimento, con approfondimenti multimediali sugli artisti polesani cinquecenteschi di fama internazionale. Domenica 3 dicembre alle 12 in sala Flumina concerto di musiche del primo barocco italiano. Domenica 3 e domenica 10 dicembre alle 16.30 laboratorio per bambini sugli artisti rinascimentali polesani di fama internazionale. Sabato 16 dicembre alle 10 in sala Flumina  presentazione di una pubblicazione sulle personalità rodigine illustri e alle 11 concerto di musiche del primo barocco italiano.

29 novembre 2017




Correlati:

Bancadria 730x90 Cna Rovigo