IL BILANCIO A PORTO TOLLE (ROVIGO) Il sindaco e presidente del Gruppo di azione costiera Claudio Bellan indica quanto fatto sinora e i prossimi progetti

Così la pesca e il Delta possono crescere davvero

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento
Una serie di opportunità importanti per tutti coloro che vivono di pesca, ma anche per l'intero territorio deltizio. A darne conto, il presidente dell'organismo, che è anche il sindaco del Comune di Porto Tolle, Claudio Bellan

Porto Tolle (Ro) - Il fine anno è tempo di bilanci anche per il Flag Gac Chioggia Delta del Po (Gruppo d’Azione Costiera), ente che supporta il settore della pesca attraverso il Fondo europeo per gli affari marittimi e la Pesca, acronimo Feamp, e che conclude il suo primo anno di operatività nel ciclo programmatorio comunitario 2014-2020 in corso sui territori dei Comuni di Chioggia, Rosolina, Porto Viro e Porto Tolle.

"Il Flag Gac - spiega il presidente Claudio Bellan, che è anche sindaco del Comune di Porto Tolle -  Chioggia Delta del Po sta operando attraverso specifica Strategia di sviluppo locale (Piano di azione), condivisa e partecipata, con un budget finanziario di 3.150.000,00 euro, per aiutare i pescatori nella transizione alla pesca sostenibile, per sostenere le comunità costiere nel diversificare le loro economie, per finanziare progetti che creano nuovi posti di lavoro e migliorano la qualità della vita lungo la costa, per facilitare l’accesso al finanziamento da parte dei possibili beneficiari".

Bellan esprime "piena soddisfazione per l’importante lavoro di squadra fatto con le istituzioni e gli operatori afferenti al settore della pesca. Il 2017 è stato un anno di costruzione in cui, con lo staff tecnico coordinato dal direttore Andrea Portieri e i diversi portatori di interesse che vivono e operano di pesca e acquacoltura nel nostro territorio, abbiamo impostato solide basi per garantire concretezza e fattibilità agli obiettivi di crescita che ci siamo posti nel Piano d’Azione”. Siamo stati fra i primi a livello nazionale a completare la struttura organizzativa con tutti i profili tecnici richiesti, a dotarci di un regolamento interno e ad uscire nel mese di agosto con ben cinque bandi di finanziamento, per un totale di risorse rese disponibili sul territorio dei 4 Comuni pari a circa 1,4 milioni di euro”.

"Con la disposizione in particolare dei 5 bandi di finanziamento, riguardanti azioni fondamentali come Trasformazione, commercializzazione e valorizzazione del prodotto pescato (Azione 1.A), Tecniche innovative per la gestione della produzione in maricoltura e sviluppo dei sistemi di gestione del seme in ambito lagunare (Azione 2.A), Rivitalizzare gli ambienti di transizione a rischio di scarsa idrodinamicità ed effetti conseguenti (Azione 4.A), Sostegno alla gestione dei rigetti ai sensi Reg. (UE) 1380/2013 e alla realizzazione di servizi ecosistemici (Azione 5.A), Promuovere misure di governance partecipata per la Pianificazione dello Spazio Marittimo entro le 12 miglia nautiche (Azione 5.B), è stata data concreta attuazione al Piano d’Azione del FLAG GAC Chioggia Delta del Po".

"Grazie alla preziosa attività di sportello presso la sede operativa di Porto Tolle, coordinata da Alessandra Banin tecnico specializzato della segreteria generale, oltre che ai numerosi incontri organizzati sul territorio e alla tradizionale animazione mezzo stampa e web, significative sono state le istanze di finanziamento pervenute. Queste istanze sono già state istruite con esito positivo dal Flah (Commissione di Valutazione Esterna) e riportate ad una graduatoria finale che è stata recepita dal Consiglio di amministrazione nella seduta del 18 dicembre us ed è stata proposta nei giorni scorsi alla Regione del Veneto, per l’approvazione finale".

Nel 2017 sono state inoltre svolte attività preparatorie alla cooperazione interterritoriale e transnazionale prevista nel Piano d’Azione, affidate all’architetto. Laura Mosca, incentrate sulla costruzione di reti con altri Flag per possibili progetti. L’attenzione e l’impegnosono ora rivolti alle attività previste per l’anno 2018, a partire subito dai mesi di gennaio e febbraio in cui, previa approvazione da parte della Regione del Veneto, sarà possibile iniziare a realizzare gli interventi sui progetti proposti dal territorio per oltre 1 milione di euro. Fra le attività nel breve termine, inoltre: uscita di nuovi bandi di finanziamento, avvio concreto dei progetti di Cooperazione Interterritoriale Transnazionale e potenziamento della comunicazione e del coinvolgimento attivo del territorio.

“Siamo pronti per un 2018 ricco di attività in attuazione del nostro Piano d’Azione del Flag, che faranno crescere il settore della pesca nei territori di Chioggia e Delta del Po, settore che è una vera eccellenza regionale e nazionale e come tale merita di essere sostenuto, riconosciuto e valorizzato - prosegue Bellan - Serve crederci e fare sistema locale. Da parte nostra, come Flag Gac Chioggia Delta del Po, c’è una grande fiducia nelle potenzialità del settore ma soprattutto nelle persone che vivono ed operano nel mondo della pesca a cui chiediamo collaborazione e partecipazione attiva anche per il 2018”.

Per informazioni e approfondimenti in merito alle attività svolte e future del Flag Gac Chioggia Delta del Po è possibile consultare il sito www.gacchioggiadeltadelpo.com (in corso di aggiornamento), le pagine Facebook e Twitter, oltre che rivolgersi alla Segreteria Generale con sede operativa a Porto Tolle, in Piazza Ciceruacchio n. 9 (tel. +39 0426 394445, e-mail: info@gacchioggiadeltadelpo.com, gacchioggiadeltadelpo@aziendapec.it).
31 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo