SERVIZI ROVIGO Niente da fare, l’aumento è assicurato: 37 euro in più sulla bolletta dell’elettricità e 22 euro su quella del gas. Il presidente di Federconsumatori, Giuseppe Saccardin: “È solo speculazione”

Arriva la stangata per le famiglie: luce e gas aumentati del 5%

Animazione estiva Baseball Camp 2018

La denuncia del presidente di Federconsumatori, Giuseppe Saccardin, associazione che da tempo grida allo scandalo sui rincari delle bollette che per il 2018, parliamo di luce e gas, subiscono un aumento del 5%. “Tasse occulte nascoste in bolletta, costi che ricadono tutti sulle famiglie”


Rovigo – “Da gennaio ogni famiglia subirà un aumento del costo di gas ed elettricità entrambi nell’ottica del 5%. Prendendo di riferimento il periodo 1 aprile 2017 – 31 marzo 2018 la media dell’aumento del costo di una bolletta dell’elettricità si aggirerà intorno ai 37 euro. Per quanto riguarda il gas invece per lo stesso periodo la media della bolletta dovrebbe salire di 22 euro. Ed aumenta anche il pedaggio autostradale del 2,74% di media con aumenti che vanno da tratta a tratta ed in alcune di queste toccheranno anche il 18%”. Il presidente provinciale di Federconsumatori, Giuseppe Saccardin, denuncia l’aumento delle bollette di luce e gas a suo dire assolutamente non necessario ma frutto di un insieme di speculazione e tasse occulte nascoste in bolletta. Costi che ricadono tutti sulle famiglie italiane.

La posizione di Federconsumatori è chiara: si tratta di una stangata per le tasche delle famiglie, obbligate a spendere di più per beni primari indispensabili. Secondo noi questi aumenti sono in gran parte frutto di scelte speculative che nulla hanno a che vedere con i reali costi di approvvigionamento. Un esempio è proprio il gas che guarda caso aumenta ormai costantemente negli anni durante l’inverno, proprio quando la gente ne consuma di più. Sull’elettricità c’è un altro fattore: ovvero gli oneri per la sicurezza del sistema elettrico che vengono completamente scaricati sui consumatori”.

“Da tempo stiamo denunciando quanto sia inammissibile che in bolletta si annidino vere o proprie tasse occulte. I cittadini continuano a pagare la dismissione delle centrali nucleari, le agevolazioni alle imprese, gli incentivi per le fonti rinnovabili. Tutte cose giuste, ma che non dovrebbero pagare le famiglie, questioni che dovrebbero essere riviste e trattate in un intervento normativo invece di ricadere sulle tasche dei cittadini”.

 

 

3 gennaio 2018
rovigooggi.it informazione che non ti pesa 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo