CONSIGLIO COMUNALE ROSOLINA (ROVIGO) Pako Massaro, consigliere della Lega nord, declina l’invito a far parte della maggioranza arrivato durante l’ultima assemblea dell’anno. E replica: “Dovrebbero dimettersi”

“Rifiuto l’offerta e vado avanti per la mia strada”

Bagno e Calore - Caminetti e Stufe

Prima si lamenta che la giunta Vitale non coinvolge la minoranza (LEGGI ARTICOLO), poi quando riceve l’offerta di un posto in maggioranza Pako Massaro rifiuta: perché non vuole far parte di quelli che lui chiama i vitaliani.

Ma ecco i fatti. Il consiglio comunale del 29 dicembre scorso che si è tenuto a Rosolina ha serbato un momento interessante. L’assessore Stefano Gazzola, dopo un intervento del consigliere di opposizione Pako Massaro in merito alla questione di nuovi bandi regionali per la pesca e per i porti per il prossimo anno, ha chiesto a Massaro se volesse entrare in maggioranza. 

Arriva al settimo giorno la risposta del consigliere della Lega Nord 



Rosolina (Ro) - La situazione fu subito stigmatizzata. L’assessore Stefano Gazzola durante l’ultimo consiglio comunale del 2017, ha chiesto al consigliere della Lega Nord, Pako Massaro, se vuole entrare in maggioranza. Nonostante qualche anticipazione sui social network Massaro declina ufficialmente l’invito dopo 7 giorni, e cerca di spiegare perché ha ricevuto tale offerta, per taluni bizzarra.

“A volte il nervosismo gioca brutti scherzi, per questo al consiglio comunale del 29 dicembre i vitaliani attraverso l’assessore Gazzola mi hanno chiesto se volessi entrare in maggioranza.

Il gioco oramai è questo,  - dice Massaro - noi di minoranza presentiamo le mozioni e loro, la maggioranza, dopo avere rifiutato le nostre idee, perché provengono dall’altra parte, fanno quello che abbiamo proposto. E sapete perché? Perché oltre a fare i gemellaggi non sono capaci di fare nulla”. 

Massaro ricorda i tre progetti portati a compimento dalla giunta Vitale: la ciclabile, “realizzata e finanziata dal predecessore Mengoli”; l’asilo di Volto, “progettato e finanziato da Mengoli, che ci è costato160.000 in più perché hanno perso il finanziamento”; e la perdita dell’autonomia della Protezione civile “‘vendendo’ i nostri uomini a Porto Viro per pochi soldi”.

Poi il refrain delle cose definite “disastri” dall’opposizione: l’assegnazione dei posti barca (LEGGI ARTICOLO); le caditoie ostruite (LEGGI ARTICOLI) e il “regalo” del campo sportivo di Albarella.

I prossimi progetti dell’amministrazione sono l’ambulatorio di medicina integrata al primo piano, “così se una persona malata deve andare in ambulatorio non lo potrà fare” (LEGGI ARTICOLO), e il campo sportivo di Norge, “prima di averne finiti altri, vedi quello di Volto con recinzioni da cantiere edile”.

“Ora visto che non sanno più che pesci pigliare, soprattutto nei lavori pubblici e nei conti di bilancio mi chiedono scherzosamente di entrare in maggioranza”. E conclude: “Visto che hanno avuto il la faccia tosta di candidarsi pur sapendo di non sapere fare nulla, penso che l’unica cosa che dovrebbero fare se avessero un po’ di onestà intellettuale sarebbe quella di dimettersi, Gazzola, Vitale e tutti gli altri accoliti”.

5 gennaio 2018




Correlati:

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017