POLITICA ADRIA (ROVIGO) Omar Barbierato di Impegno bene comune attacca il sindaco Massimo Barbujani e il vicesindaco Federico Simoni: “Cercano di strumentalizzare la vicenda sul caso Coimpo a loro favore”

"Due ‘careghe' che valgono più dei bisogni dei cittadini”

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

"Cercano di strumentalizzare la situazione a loro favore" questa la chiave di lettura di Omar Barbierato di Impegno bene comune sull’operato del sindaco Barbujani e del vice Simoni 



Adria (Ro) - "Il sindaco Barbujani pur di difendere il suo vicesindaco Simoni ha scelto di attaccarci  tramite messaggi intimidatori” lo dichiara a chiare lettere Omar Barbierato, di Impegno bene comune. "Il sindaco ritiene indegna la nostra pubblicazione su fb di un video che riporta due incontri istituzionali pubblici, rispettivamente il consiglio comunale del 29.9.17 e la registrazione audio dell’incontro a Ca Emo dell’11.1.18” continua Barbierato. Il vicesindaco durante il consiglio comunale non ha risposto alla precisa domanda posta da Barbierato "se fosse andato a Rovigo a perorare volontà di qualche azienda sul caso Coimpo”. Poi a Ca' Emo ha asserito di non aver sentito la domanda, pur essendo presente in aula. "Politicamente è indegno che su un tema così delicato ad una precisa e circostaziata domanda il vicesindaco Simoni - commenta Barbierato - abbia risposto con un imbarazzante e inaccettabile silenzio al consiglio comunale, che rappresenta tutti i cittadini adriesi. Silenzio che purtroppo fa il paio con quelli recenti, sempre in consiglio comunale, del sindaco sul progetto del nuovo Csa e della Osti sul caso Borghi Autentici". 

"Gli unici che cercano di strumentalizzare in modo indegno la vicenda qui a proprio favore, ed in termini elettorali, sono proprio il Sindaco e il Vicesindaco, legati insieme mani e piedi in un abbraccio velenoso per la città, che antepongono la loro “carega” rispetto ai bisogni dei cittadini, cercando di chiamare in causa le segreterie dei partiti di maggioranza per i problemi causati dai loro comportamenti e dalle loro scelte. I fatti parlano chiaro, il consiglio comunale è la sede istituzionale, è la casa di tutti i cittadini adriesi, dove abbiamo il dovere di domandare e rispondere riguardo ai fatti che interessano la comunità. In questo modo Sindaco e Vicesindaco stanno mancando di rispetto non solo a noi di Ibc ma a tuttti i cittadini. Se sono in grado li invitiamo a tornare a bordo e a rispettate la volontà degli elettori senza cercare scuse o scappatoie, abbiamo bisogno di uomini prima che di politici.

15 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Beni Artistici Religiosi Fondazione Cariparo