MOTORI ROVIGO A Dubai (Emirati Arabi) il 17enne Giacomo Altoè, dell’Adria International Raceway, è ancora in corsa per il trofeo del TCR Middle East dopo una splendida prova in gara 1

Giacomo Altoè secondo in campionato

Avvincente weekend a Dubai per Giacomo Altoè e podio in gara 1
Avvincente gara a Dubai per Giacomo Altoè
Giacomo Altoè
Giacomo Altoè sul podio a Dubai in gara 1
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Il driver veneto Giacomo Altoè partito in P2, ha mantenuto in gara 1 la posizione per tutta la durata della gara, chiudendo a 24:56.563, con solo 6.015 di distacco da Luca Engstler e con un best time di 1:45.703.  Meno felice la prestazione in Gara2, dovuta sicuramente all'handicap dei 30 kg che per regolamento gli sono stati attribuiti ed alla posizione penalizzante in griglia di partenza. Ora solo l'avventura del Bahrein decreterà il vincitore assoluto del TCR Middle East.


Dubai (Emirati Arabi) - Anche il weekend di Dubai è ormai volto al termine ed ora non resta che la sfida in Bahrein, che decreterà ufficialmente il vincitore del TCR Middle East International Series 2018.

Attualmente la classifica del campionato vede al primo posto Luca Engstler con 89 punti, seguito da Giacomo Altoe' con 75 punti e Mato Homola con 64 punti.

Adria International Raceway ha portato a Dubai sei piloti di casa, che hanno saputo mettersi in luce splendidamente accaparrandosi ottime posizioni.

Ricordiamo i nomi di tutti i drivers di casa Adria Raceway: #70 Mato Homola - #23 Giovanni Altoe' - #10 Giacomo Altoe' - #21 Jordi Oriola - #24 Danny Kroes - #44 Lorenzo Veglia. Grande contributo è stato dato anche dalle potenti vetture di proprietà del circuito veneto, oltre all’ottimo supporto tecnico di Pit Lane Competizioni.

Le due bagarre già disputate hanno regalato adrenalinici colpi di scena. Ricordiamo in particolare GARA2 disputata al Dubai Autodrome, che ha visto stravolgersi previsioni acclamate a causa anche di qualche leggero contatto tra le auto di drivers che detenevano le primissime posizioni durante gli ultimi giri.

Ad una gara dal fine Campionato si possono quindi tirare le prime parziali somme, anche se solo l'avventura del Bahrein decreterà il vincitore assoluto.

La competizione si svolgerà al Bahrain International Circuit, inaugurato nel 2004, evento assolutamente da seguire quindi per tutti i tifosi delle quattro ruote!

Tre gare compongono il Tcr Middle East, tre sfide combattute su circuiti magnifici, affascinanti ed imprevedibili come il deserto che li circonda. Abu Dhabi, Dubai e Bahrein stanno facendo da scenario ad un campionato adrenalinico, che si gioca all'ultimo secondo.

La sfida al Dubai Autodrome di questo fine settimana ne è stata la prova emblematica, stravolgendo previsioni certe e lasciando al fato l'ultima parola. Ne è la prova Gara2, durante la quale abbiamo assistito a colpi di scena degni delle bagarre di altri tempi. I grandi nomi del panorama internazionale hanno giocato il tutto per tutto in faccia a faccia da lasciare senza fiato. Lo stesso Giacomo Altoe', che ad inizio gara deteneva il primo posto nella classifica generale del campionato, ha chiuso portando a casa un meritato secondo posto in Gara1 ed una posizione meno felice in Gara2, dovuta sicuramente all'handicap dei 30 kg che per regolamento gli sono stati attribuiti ed alla posizione penalizzante in griglia di partenza.

Ciò non ha di certo intimorito Giacomo Altoè di casa Adria International Raceway, che, con la sua Audi RS3 LMS con cambio DSG, detiene attualmente un meritatissimo secondo posto in classifica generale con 75 punti, a 14 punti di distacco da Luca Engstler. Campionato ancora tutto da decidere quindi.

“Seppure provato dalle molte difficoltà della gara, sono già da ora pronto a ripartire per la nuova sfida del ho Barhein. Cercherò di dare il meglio, come abbiamo fatto finora perché lo devo a me stesso, al Team ed a tutti coloro che mi sostengono”. Inizia quindi il countdown per quella che promette di essere una lotta senza esclusione di colpi.

 

 

 

27 gennaio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Terzo posto con rimpianto 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, nel terzo atto del Civm, vive un weekend costellato da problemi tecnici,  riuscendo comunque a salire sul gradino più basso del podio

  • Ritorna il sorriso al pilota polesano 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Taglio di Po, Eros Finotti, nonostante problemi di recupero fisico e qualche noia meccanica, vede positivo al termine del secondo atto dell'International Rally Cup

  • Mancin approda in Puglia per la Selva di Fasano

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, digerito il boccone amaro della Verzegnis, si rimette in caccia nel terzo round del campionato Italiano Velocità Montagna

  • Obiettivo traguardo 

    Dopo quattro settimane di riabilitazione alla spalla, in seguito all'uscita di strada del Lirenas, il pilota di Taglio di Po, Eros Finotti, si prepara al secondo atto dell'International Rally Cup

  • Secondo centro anche in Salento

    MOTORI ROVIGO Il giovane adriese, Michele Mondin, nel secondo atto del Campionato Italiano WRC, firma il bis e consolida ulteriormente la leadership nella serie tricolore

  • Il polesano punta a consolidare il primato

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Il giovane adriese Michele Mondin, archiviato il successo sulle rive del Lago di Garda, si prepara ad affrontare i famosi muretti a secco delle speciali pugliesi

  • Prima vittoria e pensiero rivolto a Federico Casarin

    MOTOCICLISMO ROVIGO Mirko Zappon del motoclub Rosolina Mare, sale sul podio della seconda tappa della coppa Italia CV 600 "E’ stata una vittoria amara"

Deltablues 2018