GIORNATA DELLA MEMORIA FIESSO UMBERTIANO (ROVIGO) Uno spettacolo di enorme impatto, che ha squarciato il velo su una realtà poco conosciuta, ma non per questo meno drammatica

Per non dimenticare anche i nostri, di lager

Seren automobili affiliazione fino a dicembre 2017
Una giornata della memoria con la quale il Comune di Fiesso Umbertiano ha voluto ricordare come anche il nostro Paese abbia recitato un ruolo, purtroppo non secondario, nella Shoah

Fiesso Umbertiano (Ro) - A Fiesso Umbertiano, il 26 gennaio, l’associazione culturale Flexus, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, ha presentato un evento di grande impatto emotivo dedicato la Giornata della Memoria in commemorazione delle vittime dell’olocausto. La Compagnia ed il Laboratorio Teatrale Flexus hanno ricordato una realtà italiana poco conosciuta ma terrificante e tragica nelle sue “funzioni”: la risiera di San Sabba, a Trieste.

Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 questo edificio risalente alla fine del 1800 venne utilizzato dai tedeschi come campo di polizia per lo smistamento dei deportati in Germania e in Polonia e come campo di detenzione ed eliminazione di ostaggi, prigionieri politici, partigiani, ebrei e persone che avevano contratto matrimoni misti. La risiera di San Sabba  venne dichiarata monumenti nazionale dal 1965.

Musiche ed immagini evocative, hanno accompagnato i lettori nella loro appassionante e commovente lettura di testimonianze epistolari proprio di coloro che nella risiera, hanno perso la vita, spogliata da ogni dignità. Lettere spedite ai propri cari, ai figli, alle mogli, alle madri, con invocazioni di aiuto o rassicurazioni piene d’amore, hanno portato una grande commozione tra il pubblico attento e rapito dalle parole del passato.

“Un’occasione preziosa di memoria collettiva ma anche di responsabilità nel presente e nel futuro affinché in ognuno di noi rafforzi una coscienza civile per contrastare ogni tipo di violenza e di disuguaglianza anche nei semplici atti quotidiani" commenta l’Assessore Michela Pellegrinelli. Un grande ed emozionato applauso, al temine della serata, è andato agli organizzatori della serata.
3 febbraio 2018




Correlati:

  • La cappella degli Scrovegni arriverà anche nel capoluogo

    CULTURA ROVIGO La mostra itinerante promossa dalla Regione Veneto sarà esposta a maggio all’interno dell’ex chiesetta San Michele grazie all’istituto superiore Roccati che si è fatto garante dell’iniziativa

  • Con le guide volontarie sarà boom del turismo

    CULTURA BADIA POLESINE (ROVIGO) La città si prepara a diventare meta turistica, ma in un periodo di magrezza economica serve l’aiuto dei volontari. L’amministrazione cerca la collaborazione del territorio

  • All'ex centrale spettacolo e crostoli

    CARNEVALE PORTO TOLLE (ROVIGO) Questa sera alle 21, nella frazione di Polesine Camerini, l'associazione "Arcobaleno e Basta" porta in scena la commedia "Agenzia Matrimoniale"

  • Un bando per far parte degli eventi del Maggio rodigino

    MANIFESTAZIONI ROVIGO A maggio parte la nuova edizione della kermesse con Rovigoracconta, Contaminazioni, Festival Biblico e Rovigo Comics. Fissate le date, verrà dato spazio a nuove interessanti proposte 

  • La grande Sandra Milo martedì al Sociale

    STAGIONE DI PROSA ROVIGO Assieme a Marina Suma, porta in scena martedì 20 febbraio alle 21 "Twist", una classica commedia piena di humour alglosassone

  • Esce a San Valentino l'album di Livio Ferrari

    CULTURA ROVIGO Cantante, garante dei detenuti, consigliere comunale, impegnato nel volontariato, artista. Livio Ferrari porta avanti il suo progetto

  • Avere vent'anni ai tempi della crisi

    CULTURA OCCHIOBELLO (ROVIGO) Venerdì 16 febbraio al teatro comunale di scena la compagnia fiorentina "Sotterraneo", che porta in scena lo spettacolo "Be Normal"

Bancadria 730x90 Cna Rovigo