SALUTE PROVINCIA ROVIGO Si conclude il progetto di Federfarma “Il tuo farmacista ti salva la vita-defibrillatori in farmacia” con la consegna degli ultimi 20 dispositivi

Defibrillatori in farmacia, coperta tutta la provincia 

Bancadria 730x90 Cna Rovigo

Arriva alla conclusione il progetto “Il tuo farmacista ti salva la vita - defibrillatori in farmacia” con l’installazione degli ultimi 20 dei circa 60 defibrillatori nelle diverse farmacie della provincia 



Rovigo - Pronti ad arrivare nei prossimi mesi gli ultimi 20 defibrillatori nelle farmacie polesane che hanno aderito al progetto nel 2015 “il tuo farmacista ti salva la vita - defibrillatori in farmacia” (LEGGI ARTICOLO), progetto di Federfarma Rovigo con il contributo della fondazione Cariparo e delle Ulss 18 e 19, ora Ulss 5 polesana.

“Abbiamo voluto portare le farmacie a livelli efficienti e far capire che fanno parte della sanità pubblica” ha affermato Michelangelo Galante, presidente Federfarma che in mattinata ha anche consegnato gli attestati ai primi 40 farmacisti che hanno tenuto il corso di formazione sull’uso del defibrillatore semiautomatici esterno (Dae).

L’apparecchio situato all’esterno delle farmacie permetterà l’accesso a tutta la popolazione della provincia che si estende per 123 kmq, 24 ore su 24. Un’idea concreta per la cittadinanza in cui è lo stesso cittadino a poter fare la differenza tra la vita e la morte.

Ognuna di queste postazioni sarà controllata dal 118, rappresentato nell’occasione da Marco Sommacampagna, responsabile della centrale operativa del 118: “I professionisti del pronto soccorso - spiega - sapranno in tempo reale se un defibrillatore entra in funzione e conosceranno lo stato di funzionamento di ogni singolo strumento salvavita. Questo coordinato ad un buon massaggio cardiaco riduce le possibilità dell’arresto cardiaco e di morte”. 

Orgogliosi del progetto Giuseppe Toffoli, rappresentante della Fondazione Cariparo, e Antonio Compostella, direttore generale dell’Ulss 5 polesana, il quale ha ricordato come questo sia “uno strumento che può garantire una migliore sicurezza nel territorio e che dimostra come le farmacie stiano diventando sempre di più una rete di servizi nel sistema socio sanitario nazionale”. 

8 febbraio 2018




Correlati:

  • I giovani abusano dell'alcool e non se ne rendono conto 

    SALUTE ROVIGO I giovani si avvicinano sempre di più all’uso di sostanze alcoliche. Il Serd dell’Ulss 5 polesana, diretto da Marcello Mazzo, continua a promuovere il progetto di prevenzione “Strada facendo" con la cooperativa Titoli Minori

  • I numeri “del disastro pubblico” della sanità

    SANITA' ROVIGO Guglielmo Brusco, di Potere al popolo, snocciola i numeri dei posti letto confrontando i dati del 2012 e quelli dell'ultimo anno: aumentano posti e risorse per i privati mentre il pubblico, a suo dire, muore lentamente

  • Con i farmaci donati saranno aiutate 600 persone 

    SALUTE ROVIGO Sabato 10 febbraio si è tenuta la 18a giornata di raccolta del farmaco. Raccolti medicinali per quasi 12mila euro 

  • Confermato: niente scuola a chi non è vaccinato

    SCUOLA DELL'INFANZIA ROVIGO Il 10 marzo scatta la "tagliola" per l'obbligo vaccinale. L'azienda sanitaria Ulss 5 polesana conferma le disposizione per l'anno scolastico in corso

  • Posto fisso per 25 nuovi infermieri

    ULSS 5 POLESANA ROVIGO L'azienda sanitaria assume a tempo indeterminato venticinque collaboratori professionali sanitari infermieri categoria D. Andranno a coprire il buco rimasto scoperto dalle cessazioni di lavoro del 2017

  • Antitetanica? "Scorte finite. Ripassa tra due mesi"

    IL CASO ROVIGO La denuncia del sindacalista della Fiom Cigl, Riccardo Bego, che riporta la vicenda di un metalmeccanico obbligato per legge e per sicurezza a fare il richiamo del vaccino. L’azienda Ulss 5 conferma: “Riusciamo a coprire solo le emergenze”

  • L’Ulss 5 polesana va in onda in una rete trevigiana 

    SANITA’ ROVIGO Guglielmo Brusco attacca il direttore generale Antonio Compostella per aver affidato in modo diretto i servizi televisivi ad Antenna 3 per quasi 50mila euro 

Fondazione Cariparo come presentare i bandi fino al 28 febbraio 2018