LAVORO ROVIGO Avviati tutti e cinque i programmi per lavori di pubblica utilità promossi dal Consvipo per un totale di 120 persone coinvolte 

Partiti tutti i progetti di riqualificazione dei disoccupati 

Bancadria 730x90 Cna Rovigo
Partono anche in Alto Polesine i progetti per lavori di pubblica utilità dedicati ai disoccupati di lunga durata over 30, della durata di 6 mesi con orario settimanale minimo di 20 ore. Questi due progetti si aggiungono agli altri tre già avviati a novembre 

Rovigo - Continua ad avere un importante ruolo di coordinamento dei cinque progetti di pubblica utilità, che vedono coinvolti complessivamente 120 persone over 30, il Consorzio per lo sviluppo del Polesine.
Si tratta di disoccupati di lunga durata in situazione di disagio non percettori di ammortizzatori sociali e sprovvisti di trattamento pensionistico, che svolgono lavori di pubblica utilità assunte con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, della durata di 6 mesi con orario settimanale minimo di 20 ore.

Dei cinque progetti approvati dalla Regione del Veneto, tre di questi (Medio, Basso Polesine e Comune di Due Carrare) sono già stati avviati dallo scorso novembre e stanno regolarmente proseguendo con le relative attività lavorative. Peraltro il Consvipo sta provvedendo proprio in questi giorni a liquidare alle cooperative sociali la prima mensilità corrisposta ai lavoratori assunti con regolare contratto di lavoro. 

Gli altri due progetti che riguardano l’Altopolesine, che hanno invece ricevuto l’ok dalla Regione alla fine di ottobre, hanno concluso le procedure di selezione delle persone a metà gennaio di quest’anno ed inizieranno a lavorare nel prossimo mese di marzo.

Le persone selezionate si occuperanno, fra l’altro, di servizi bibliotecari e museali, riordino di archivi, valorizzazione beni culturali e artisticiabbellimento urbano e rurale, custodia e vigilanza di impianti e attrezzature sportive, centri sociali, educativi e culturali, luoghi pubblici, assistenza anziani, supporto scolastico, servizi ambientali e di sviluppo del verde purché abbiano carattere di straordinarietà e temporaneità.

Angelo Zanellato, presidente del Consvipo, afferma come “l’ente abbia sempre operato per realizzare con il massimo impegno questa importante iniziativa sociale che sostiene le famiglie del territorio in condizioni di disagio a causa della mancanza di lavoro, con lo scopo di favorire la riqualificazione dei disoccupati e il loro reinserimento lavorativo”.
8 febbraio 2018




Correlati:

Elezioni Diego Crivellari 730x90 Alternanza