SALUTE ROVIGO Andos, l’associazione nazionale donne operate al seno, presenta i numeri dell’edizione 2017-18 “Donne…il seno di poi” ottobre rosa. Il supporto dell’Ulss 5 

In 17 comuni del Polesine la prevenzione funziona

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

843 è stato il numero di visite gratuite che sono state effettuate nei comuni della provincia di Rovigo con una richiesta sopra le aspettative: tanto che non sono state fatte solo nel mese di ottobre, dedicato alla prevenzione del cancro al seno, ma sono proseguite fino a maggio



Rovigo - Un ritardo positivo a testimonianza che il progetto funziona ed è recepito. Si tratta dell’edizione di “Donne…il seno di poi” ottobre rosa mese internazionale della prevenzione del tumore al seno, promossa dall’associazione Andos Onlus, che si è concluso nel mese di maggio anziché di ottobre con un totale di 843 visite.

Questo perché le richieste di visita senologica gratuita sono aumentate in Polesine, da novembre 2017 i comuni interessati sono stati Adria, Ariano nel Polesine, Bagnolo di Po, Ceregnano, Corbola, Ficarolo, Fiesso Umbertiano, Fratta Polesine, Frassinelle Polesine, Gavello, Pincara, Pontecchio Polesine, Porto Tolle, Rovigo, San Bellino, Stienta, Taglio di Po. 

Nel corso degli anni come ha sostenuto il direttore sanitario dell’Andos Fabio De Grandis le visite ed i medici si sono moltiplicati. Ad ottobre, come spiegato da Antonio Gandolfi, vice direttore sanitario dell’Andos, le visite sono state 508 mentre le restanti 335 nei mesi del 2018. A queste, ovviamente, vanno aggiunte le signore che si sono accostate agli ambulatori per avere informazioni e consigli.

Il direttore sanitario dell’Ulss 5 Edgardo Contato ha elogiato il lavoro di Andos ricordando come lo screening sia importante per affrontare il problema. L’assessore ai servizi sociali del Comune capoluogo Patrizia Borile ha evidenziato l’attività capillare che Andos sta effettuando in tutta la provincia e la forte collaborazione che ha instaurato con le amministrazioni comunali, “prevenire è meglio che curare” ricorda. 

“L’Andos di Rovigo si è preoccupata più di tutte dell’informazione sulla prevenzione del tumore al seno, perché la prevenzione è fondamentale” ha ricordato infine la presidente provinciale dell’Andos Anna Maria Cavallari Monesi.

14 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Deltablues 2018