RIFIUTI E ACQUE ROVIGO Giorni bollenti per l’assessore Matteo Zangirolami, pronto per l’assemblea del Consorzio Rsu e in attesa di conoscere la data dell’incontro per Polacque

Ecoambiente, Palazzo Nodari ha pagato metà quota

Tra ville e giardini 2018
Sono in forte ritardo con i pagamenti i Comuni legati ad Ecoambiente, Rovigo, come dichiara l’assessore alle partecipate Matteo Zangirolami, ha versato per ora metà della propria quota. Lunedì la situazione sarà argomento di discussione all’assemblea del consorzio Rsu

Rovigo - Il comune di Rovigo ha pagato 1 milione di euro su 2,3 della quota dovuta ad Ecoambiente, la società che si occupa di gestire i rifiuti in provincia. Il principale argomento dell’assemblea del Consorzio Rsu di lunedì prossimo sarà la vicenda finanziaria della società, diventata preoccupante. Al 31 dicembre 2013 l’azienda ha vantato un credito nei confronti dei comuni serviti di 7 milioni di euro, 29 comuni non hanno ancora pagato.

“C’è molta tensione a livello finanziario - ammette l’assessore di Rovigo Matteo Zangirolami - e ne parleremo all’assemblea di Rsu. Mi auguro da parte dei colleghi che sia solo ritardo, che non ci siano quindi comuni che si rifiutino di pagare quanto dovuto. Anche Rovigo non è ancora a posto con i pagamenti, fino adesso dei 2,3 milioni di euro che il Comune deve pagare a Ecoambiente ne è stato versato uno, determinante per poter pagare gli stipendi di maggio dei dipendenti. Con il prossimo bilancio dovremmo essere in grado di reperire i fondi per saldare il nostro debito del 2013”.

Oltre ad Ecoambiente è imminente un’analisi dello stato di Polesine Acque, la nomina del nuovo, o riconferma di Mazzoni, presidente e nuovo cda. L’assessore Zangirolami spiega: “L’assemblea doveva esserci già stata, è stata rimandata per dare tempo ai nuovi sindaci appena eletti di insediarsi. Entro la fine del mese dovremmo essere in grado di riunirci, me lo auguro”.
l.fr.
5 giugno 2014
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

TedxRovigo