POLIZIA ROVIGO Una grossa Bmw inseguita e fermata dopo la manovra da brivido. Il tagliando era falso e non è il primo caso in città. Denunciato il conducente

Contromano e senza assicurazione dal 2012: una bomba a quattro ruote

Baccaglini VW Service

E in caso di incidente chi paga? Se l'auto non è assicurata, se il conducente non ha beni o uno stipendio sui quali ci si possa rivalere, se ci scappa il ferito grave, se ci scappa il morto, chi risarcisce? E' un problema angosciante, quello portato allo scoperto, non per la prima volta, da un importante intervento del competente personale di Volante della questura di Rovigo


 

Rovigo - L'ultimo caso, prima di quello della serata di lunedì 11 gennaio, risaliva al 21 dicembre, quando un cittadino nigeriano era stato trovato, sempre dalla polizia, su una vettura che neppure sarebbe dovuta esistere, dal momento che risultava rottamata, era senza revisione e senza assicurazione (leggi articolo). Ora un nuovo episodio del genere. Magari meno inquietante, ma altrettanto preoccupante, quanto a possibili conseguenze.

Tutto, secondo la ricostruzione dei fatti operata dal personale della Volante della questura cittadina, comincia nella serata di lunedì 11 gennaio, verso le 20. La pattuglia della polizia nota una Bmw 740 che compie una manovra allucinante: imbocca contromano la rotatoria di via del Commercio, in zona Fattoria. I poliziotti decidono, comprensibilmente, di procedere al controllo dell'auto, ma il conducente tenta la fuga.

Viene inseguito e fermato dall'esperto personale della Volante. Si scopre - almeno alla luce delle attuali contestazioni - che l'auto è senza assicurazione, dal momento che il tagliando esposto viene reputato falso. Per il conducente, un 53enne polesano, P. L. le sue iniziali, scatta la denuncia a piede libero alla Procura.

Il particolare raggelante è che l'auto avrebbe circolato in queste condizioni dal 2012: oltre tre anni con una vera e propria bomba a quattro ruote senza alcuna copertura assicurativa. E in caso di incidente grave, magari col morto, o col ferito grave, chi avrebbe pagato? La domanda fa paura. La risposta è: nessuno.

12 gennaio 2016
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento