AMBIENTE PORTO VIRO (ROVIGO) Aumentato il servizio di spazzamento manuale e meccanizzato nelle aree urbanizzate del territorio comunale

La città bassopolesana sarà più pulita 

Tra ville e giardini 2018

Una spazzatrice in funzione per più giorni e ore durante la settimana, un operatore a terra con soffiante ed uno con navetta: così è stato incrementato il servizio di spazzamento manuale e meccanizzato nelle aree urbanizzate del territorio di Porto Viro 


 

Porto Viro (Ro) - “Il decoro e la pulizia in città sono tra degli obiettivi che ci siamo prefissati sin da subito e che abbiamo inserito nel programma elettorale della lista perché da tempo la situazione rimane critica”.

Maura Veronese, sindaco di Porto Viro, annuncia la nuove modalità di svolgimento del servizio di spazzamento manuale e meccanizzato nelle aree urbanizzate del territorio comunale.

Un percorso che va in netto contrasto con quanto fatto dalla precedente amministrazione comunale guidata da Thomas Giacon e con l’ex assessore all’ambiente Alessandro Palli, ora presidente di Ecoambiente, che per ben due volte hanno affidato il servizio ad una cooperativa esterna fino a farsi condannare dal Tar in seguito al ricorso promosso proprio dalla Ecoambiente srl (LEGGI ARTICOLO). 

Una discontinuità politica della Veronese, determinata probabilmente dalla nomina della Veronese nel consiglio di bacino dei rifiuti. 

Attualmente, il servizio di spazzamento fornito da Ecoambiente a Porto Viro avviene tramite due operatori, ciascuno dotato di navetta, per sei ore settimanali (sei giorni su sette) mentre dopo il mercato rionale settimanale del mercoledì per due ore è in servizio la spazzatrice, per un costo annuo di 147mila euro più Iva.

“È evidente che il servizio sia insufficiente per come è strutturato - commenta - e non si riesce a far fronte ordinariamente alla situazione. Dopo aver verificato le diverse proposte abbiamo perciò deliberato per un servizio più efficace, che abbia anche una spazzatrice in funzione per più giorni e ore durante la settimana, un operatore a terra con soffiante ed uno con navetta” che comporterà un aumento del costo di 27mila euro annui. 

Le aree e zone della città saranno coperte più efficacemente ed il sindaco assicura che “ci siamo riservati anche di modificare i ‘tragitti’ ed il servizio una volta avviato il nuovo spazzamento per venire incontro alle esigenze che si presenteranno e garantire pertanto il meritato decoro e la pulizia nella nostra città. Vincolati a tempi e contratti, il nuovo servizio di spazzamento sarà avviato dal prossimo gennaio 2018”.

4 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati: