RIFIUTI ROVIGO Disagi nelle frazioni per l’inizio della raccolta porta a porta. Diverse le segnalazioni dei lettori che non avrebbero ancora ricevuto i contenitori e che Ecoambiente avrebbe “messo in attesa”

Spariti i cassonetti, ma non tutti hanno i bidoni

A Granzette è il caos. Immondizia in strada
A Granzette è il caos. Immondizia in strada
Sconcerto non solo tra i residenti
A Granzette è il caos. Immondizia in strada, bidoni per il secco spariti
A Granzette è il caos. Immondizia in strada, bidoni per il secco spariti
A Granzette è il caos. Immondizia in strada, bidoni per il secco spariti anche davanti alle scuole
Sono finite le birre, ed anche il frigo
Intanto sono stati consegnati i 'bidoncini' per la raccolta differenziata
Dove lo butto se non c'è il cassonetto? A terra ovviamente
Strenne in Piazza Natale 2018

L’inizio della raccolta porta a porta nelle 10 frazioni di Rovigo avrebbe subito qualche intoppo. I cittadini segnalano disagi soprattutto ove i cassonetti sono spariti dalla strada ma i bidoni non sarebbero ancora arrivati a tutte le famiglie


Rovigo – Che sarebbe necessariamente servita un po’ di pazienza, almeno nelle prime settimane, i vertici di Ecoambiente lo avevano detto. Ma il passaggio dai cassonetti alla raccolta porta a porta starebbe portando non pochi disagi agli abitanti delle frazioni. Evidentemente non sarà stato possibile gestire nello stesso momento, nello stesso modo, le 10 frazioni oggetto del passaggio alla raccolta porta a porta, ci vuole tempo.

A Boara già tolti i cassonetti dalle isole sulle strade, a Grignano non ancora, a Mardimago e Granzette dipende dalle zone: in alcune sono stati tolti in altre no, in altre ancora i cassonetti sono stati sigillati, segno che stanno per essere portati via. Sono solo alcuni esempi. Diverse sono le segnalazioni di cittadini un po’ spaesati, che girano per le strade con le sportine in mano senza sapere dove buttare i rifiuti. Sì perché, in alcune zone, mentre i cassonetti sono stati portati via, i bidoni non sono stati consegnati a tutte le famiglie. Certo, sicuramente la consegna a macchia di leopardo è imputabile al fatto che probabilmente le famiglie non erano in casa al momento della consegna. Certo è che non è parsa una idea così brillante, così come segnalano alcuni residenti in frazione, togliere i cassonetti prima che tutti i bidoni fossero stati consegnati alle famiglie.

E a chi avrebbe provato a chiamare Ecoambiente per chiedere i bidoni, la risposta sarebbe stata la seguente: “La metto in lista, c’è altra gente che aspetta”. Ma lo stesso i cassonetti sono spariti dalle strade.

 

 

21 novembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Baccaglini VW locator

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento