MOTORI ADRIA (ROVIGO) Giacomo Altoè nel weekend è salito sul gradino più alto del podio al Motor Show di Bologna e gli è stato consegnato il Premio Gariboldi durante la cerimonia di consegna dei Caschi d'Oro

Un premio prestigioso per il giovane driver

Tra ville e giardini 2018

L'onorificenza è stata consegnata ad Giacomo Altoe' dal conosciutissimo Ivan Capelli: “Ringrazio il mio Team in primis, che per me è come una grande famiglia e tutti coloro che, negli anni, mi hanno sostenuto, perché senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile. Quindi il premio è un po' anche loro"


Bologna - Veneto, 17 anni, grinta da vendere, ottima preparazione ed una passione nel sangue: i motori. Questo il dipinto di Giacomo Altoe', pilota emergente, che in pochissimi anni ha già dimostrato di sapere il fatto suo.

Gareggiando fin da giovanissimo alla guida dei Kart, passa nel 2016 al debutto ufficiale, partecipando ai Campionati Italiani F4, Turismo TCS ed al TCR Middle East Series.

Nel 2017 approda al TCR International Series, dando da subito filo da torcere ai suoi avversari.

Ha anche preso parte per ben tre volte all'impegnativa 24 Ore dell'Adria Raceway, aggiudicandosi, con il proprio Team, un magnifico primo e due splendidi secondi posti.

Il pilota recentemente è stato contattato dal General Manager del Team Mercedes per effettuare un Test di guida a bordo della Mercedes-Amg GT3, in vista di un prossimo ingresso in GT3.

È di ieri invece l'ennesima soddisfazione, con la grande vittoria al Motor Show di Bologna, meritatamente portata a casa alla guida della Seat Leon TCR, dopo un'intensa giornata di bagarre.

La città ha anche fatto da scenario all'incoronazione ufficiale del driver alla serata dei Casco d'Oro con il Premio Cesare Gariboldi 2017, riconoscimento al pilota emergente più forte.

L'ambito premio annuale del settimanale Autosprint, giunto alla sua 52^ edizione, ha visto omaggiati negli anni i personaggi che hanno fatto grande la storia del Motorsport italiano ed Internazionale.

L'onorificenza è stata consegnata ad Altoe' dal conosciutissimo Ivan Capelli. "Sono felice ed onorato di ricevere  un riconoscimento tanto ambito. Ringrazio il mio Team in primis, che per me è come una grande famiglia e tutti coloro che, negli anni, mi hanno sostenuto, perché senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile. Quindi il premio è un po' anche loro", queste le parole che, con una più che giustificabile emozione, sono state pronunciate dal pilota italiano al momento della premiazione.

Tanti i progetti per il futuro e già il 2018 promette grandi novità, tutte ancora da scoprire. 

 

6 dicembre 2017
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Ancora in lotta per il titolo italiano

    MOTORI ARIANO NEL POLESINE (ROVIGO) Il pilota di Rivà Michele Mancin porta a termine, al quarto posto, la trasferta a Cronoscalata Trento – Bondone 

  • 200 gioiellini d’epoca a due ruote faranno tappa a Lendinara 

    MOTORI MILANO - TARANTO Martedì 10 luglio tantissimi equipaggi provenienti da tutto il mondo attraverseranno la città polesana su gioiellini d’epoca a due ruote. Tutto il percorso sarà di 1800 chilometri 

  • Gara decisiva 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, è obbligato a dimenticare, in fretta, la sfortuna patita anche ad Ascoli Piceno, per cercare di rilanciarsi nel Civm, questo weekend, in Trentino

  • Altro calvario per Mancin alla Paolino Teodori

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, sembra non vedere la luce alla fine del tunnel, chiudendo con un quarto posto, al termine dell'ennesimo weekend denso di problemi tecnici

  • Silvia Bedon campionessa del Veneto 

    MOTOCROSS ROVIGO La polesana Silvia Bedon conquista il titolo Veneto femminile classe 250 CC

  • Coppa Paolino Teodori In arrivo 

    MOTORI ROVIGO l pilota di Rivà, Michele Mancin, in vista del quarto round del Campionato Italiano Velocità Montagna, confida nell'aiuto della dea bendata per ridurre il gap dalla vetta

  • Terzo posto con rimpianto 

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, nel terzo atto del Civm, vive un weekend costellato da problemi tecnici,  riuscendo comunque a salire sul gradino più basso del podio