IL CASO IN VIALE TRE MARTIRI (ROVIGO) Dopo l'investimento del 15enne, ancora in gravi condizioni, ma stabile, la Procura dispone un accertamento tecnico per capire cosa sia accaduto

Strisce a rischio per i baby calciatori: consulenza sull'incidente

Tra ville e giardini 2018

Una consulenza, per capire la dinamica dell'incidente avvenuto lo scorso venerdì 9 febbraio, in viale Tre Martiri, più o meno all'altezza della farmacia, e che ha visto, secondo le prime ricostruzioni, un 15enne venire investito mentre si trovava in bici e riportare gravi lesioni (LEGGI ARTICOLO). Già lo scorso dicembre, un gruppo di genitori di giovani atleti dell'Asd Rovigo, che si allenano allo stadio affacciato proprio su viale Tre Martiri, avevano segnalato la pericolosità insita nell'attraversamento stradale, causa la ridotta visibilità delle strisce e la poca illuminazione (LEGGI ARTICOLO)



Rovigo -  L'automobilista assicura di non avere visto in alcun modo il 15enne investito e ferito in maniera grave, nella serata di venerdì 9 febbraio, in viale Tre Martiri, mentre usciva dall'allenamento allo stadio Gabrielli. Una zona della cui pericolosità, dal punto di vista dell'attraversamento pedonale, si erano lamentati poche settimane prima i genitori, segnalando sia la scarsa visibilità delle strisce pedonali che la poca illuminazione.

Ora, purtroppo, si è verificato un incidente, anche piuttosto grave. Nella mattinata di venerdì 16 febbraio, la Procura ha disposto una consulenza, per chiarire come si sia verificato lo schianto. Il consulente scelto, quindi, dovrà ricostruire la dinamica. A difendere l'automobilista, l'avvocato Gianpietro Berti, che è anche presidente del consiglio dell'Ordine degli avvocati di Rovigo. A tutelare, invece, il ragazzino e i familiari, come parte offesa, l'avvocato Filippo Paccagnella di Padova.

16 febbraio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati: