TENTATA TRUFFA POLESELLA (ROVIGO) La vittima designata mette in fuga il malvivente e i complici: fuga a tre in auto dopo il finto allarme inquinamento che, però, non ha fatto breccia

Anziani nel mirino, li terrorizzano col finto inquinamento

Tra ville e giardini 2018

Un finto allarme inquinamento col quale un finto tecnico Arpav cerca di derubare anziani. E' l'episodio che viene segnalato a Polesella dove, però, quella che avrebbe dovuto essere la vittima designata del raggiro ha prontamente reagito, mettendo in fuga il truffatore e i due presunti complici che o attendevano in auto



Polesella (Ro) - Un finto allarme contaminazione dell'acqua che dovrebbe indurre gli anziani ad abbassare le difesi e, spaventati, ad acconsentire celermente alla richiesta del finto tecnico Arpav che ha suonato alla loro porta, facendolo entrare in casa, inconsapevoli del fatto che si tratta del primo passo per essere derubati. Un copione che si è visto nei giorni scorsi a Polesella, dove, però, i ladri sono incappati in un osso veramente duro che li ha messi in fuga.

Il primo atto ha visto, secondo una prima ricostruzione dei fatti, un giovane suonare alla porta, indossando una felpa col logo di Arpav, o comunque uno simile, presentandosi come tecnico dell'ufficio ambientale. Non lo era. Ha detto di dovere fare dei campionamenti ed è stato invitato dall'anziano a usare i rubinetti esterni. A quel punto, il sedicente tecnico ha fatto le sue verifiche, concludendo che c'era un evidente caso di contaminazione. Ha quindi chiesto con insistenza di potere entrare, per fare ulteriori verifiche.

Il suo atteggiamento, però, non ha convinto il padrone di casa, che ha minacciato di chiamare i carabinieri. A quel punto, la fuga. In evenienze del genere rimangono validi i consigli che le forze dell'ordine sempre forniscono: verificare sempre l'identità della persona che si qualifica come dipendente di enti o istituzioni, chiamando al numero di questi ultimi o richiedendo l'esibizione di un tesserino. Nei casi di dubbio, chiamare il 112 o il 113.

12 marzo 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • I carabinieri incastrano la ladra che ruba le collane agli anziani

    SICUREZZA SAN MARTINO DI VENEZZE Chiedeva un po' d'acqua, entrava in casa per rubare. L'ultimo fatto è avvenuto lo scorso 29 luglio ai danni di una anziana di 85 anni. La rumena 22enne le aveva sfilato la collana d’oro ed era fuggita

  • Impegno importante per la sicurezza stradale

    CONTROLLI POLIZIA LOCALE MEDIO POLESINE (ROVIGO) Mezzi pesanti al setaccio dall’inizio del 2018 ben 204 infrazioni legate soprattutto alla scarsa efficenza del camion

  • Cantiere finito, incrocio in sicurezza

    LAVORI PUBBLICI POLESELLA (ROVIGO) Sistemati i marciapiedi, installati i semafori, e rifatto il manto stradale dell’incrocio di via Verdi e via Dante Alighieri con innovativa resinatura antiscivolo

  • Morto da giorni in casa, lo trovano i Pompieri

    POLESELLA (ROVIGO) Sono dovuti intervenire i Vigili del fuoco e i carabinieri, ma Olindo Borgato, 81enne, era morto da giorni 

  • Il mondo agreste protagonista alla Casa del Sorriso

    BADIA POLESINE (ROVIGO) Nel giardino della struttura per gli anziani si è svolta la consueta Festa d’Estate con canti, balli e giochi della tradizione contadina

  • Ultima settimana di cantieri

    LAVORI PUBBLICI POLESELLA (ROVIGO) Dal 6 al 10 agosto si completeranno i lavori di sistemazione del manto stradale, la collocazione dei dossi e la resinatura dell’incrocio di via Verdi e via Dante 

  • Truffato il cappellano della Polizia

    TRUFFA ROVIGO Questa volta a cascarci è stato Don Gianni Vettorello, la solita telefonata del finto incidente, erano soldi che servivano per aiutare altre persone

TedxRovigo