MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà Michele Mancin inizia nel weekend, in terra bellunese, la rincorsa al terzo titolo nel Campionato Italiano Velocità Montagna, per i colori di Mach 3 Sport

Salita a tutta velocità

Michele Mancin
Tra ville e giardini 2018

 Primo atto della serie è la quarantaquattresima edizione della Cronoscalata Alpe del Nevegal che vedrà Michele Mancin dare inizio all'assalto al terzo titolo tricolore di categoria.


Rivà (Ro) – L'attesa è finalmente finita e, a partire dalla mattinata di domani, fuoco alle polveri con l'inizio del Campionato Italiano Velocità Montagna 2018.

Primo atto della serie è la quarantaquattresima edizione della Cronoscalata Alpe del Nevegal che vedrà Michele Mancin dare inizio all'assalto al terzo titolo tricolore di categoria.

Forte dei successi nel biennio 2012 e 2013 il portacolori della scuderia polesana Mach 3 Sport si getterà nella mischia della massima serie nazionale per la velocità in salita, alla guida della Citroen Saxo gruppo A curata da Assoclub Motorsport.

Un ritorno nell'habitat naturale per il pilota di Rivà che, archiviata la parentesi dello scorso anno nei panni di rallysta, è tornato a recitare un ruolo da protagonista sin dalla recente Salita del Costo, gara test in vista del ritorno a tempo pieno nel Civm, conclusa con un brillante trionfo.

“Finalmente siamo al via del Campionato Italiano Velocità Montagna – racconta Mancin – e ne siamo davvero entusiasti. Lo abbiamo lasciato, nel 2013, da vincitori e speriamo di tornare ad esserlo anche in questa stagione. Nonostante la gara test sul Costo sia terminata con il risultato pieno dobbiamo ammettere che non siamo totalmente a posto. Dobbiamo lavorare ancora molto sulla nostra Saxo e speriamo che, qui al Nevegal, vada tutto per il meglio. Scorrendo l'elenco iscritti abbiamo già identificato i nostri potenziali avversari e, su tutti, Rino Tinella ci darà sicuramente molto filo da torcere. Ricordo quando ero all'esordio con la Saxo e lui, in quegli anni, monopolizzava letteralmente la classe con la sua Peugeot 106. Mi ricordo una Pieve Santo Stefano, credo fosse il 2011, dove andava davvero fortissimo.”

Il programma dell'evento bellunese vedrà Mancin impegnato, già da domani mattina, con le due salite di ricognizione sui poco più di cinque chilometri del percorso, che coprono un dislivello di 526 metri su una pendenza media del 9,56%.

A partire dalle ore nove di Domenica scatterà la prima manche di gara, seguita dalla seconda in programma per mezzogiorno. La triplice validità, oltre al Civm si aggiungeranno i protagonisti del Tivm e del Trofeo Central Europe Zone, contribuirà ad elevare il livello tecnico e sportivo di una sfida che si preannuncia molto combattuta.

Per Mancin il Nevegal rappresenterà non solo il primo atto della stagione tricolore 2018 ma anche una sorta di bestia nera che il polesano è riuscito a sconfiggere nel corso degli anni.

“Questa salita fa parte di quelle che sono riuscito a battere con il passare del tempo – sottolinea Mancin – perchè all'inizio, fu una delle prime che affrontammo con la Peugeot 205, non riuscivamo a raggiungere i tempi che ci eravamo prefissati. Dopo tre o quattro anni siamo arrivati al livello che desideravamo. In altre occasioni ci capita di raggiungere i nostri obiettivi molto prima. Puntiamo chiaramente a vincere la nostra classe e a far bene anche tra le duemila, dove troveremo l'amico Parlato. Con Bicciato al via la vedo molto dura per il gruppo.” 

 

4 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Trofeo Luigi Fagioli, Mancin è pronto

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, riparte dal secondo posto nel campionato Italiano velocità montagna, classe A 1600, per tentare l'assalto alla leadership dall'appuntamento di Gubbio

  • Non si poteva fare di meglio 

    MOTORI ROVIGO Il pilota adriese, Matteo Luise, protagonista di un weekend denso di problemi tecnici, chiude al terzo posto di classe, grazie alla determinazione di chi non si vuole arrendere mai

  • Il Motoclub Santa Fe non dimentica 

    MOTORI ROVIGO Domenica 19 agosto ritorna il memorial Zighe per ricordare l’amico Dario al Crossodromo Moto e Buse Sant'Apollinare

  • Scettri secondo, alle note Barison

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Este Valerio Scettri, affiancato dal polesano Barison, regala ad Irontech Motorsport, per il primo compleanno, un risultato reso ancor più prestigioso dal caldo soffocante

  • Crosara beffato

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Cavarzere, che per l'occasione era navigato dal polesano Luca Roccato, vede sfumare un meritato terzo posto, sulla penultima speciale, per noie tecniche

  • Un trofeo Scarfiotti di studio per Mancin

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, lontano dal ritmo dei migliori, chiude sul terzo gradino del podio ed incamera ottimi dati sulle nuove coperture Yokohama

  • L’adriese ci riprova 

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Il polesano Matteo Luise, dopo un lungo periodo di sosta, è di nuovo sugli sterrati finlandesi per riprendere, al volante della Fiat Ritmo, il discorso interrotto nella passata stagione

TedxRovigo