LA BELLA NOTIZIA DA TRECENTA (ROVIGO) I cittadini si complimentano per la lodevole cura che hanno le persone nel fare il proprio lavoro al camposanto 

"Il nostro cimitero è un giardino"

TedxRovigo

Dopo tanti cittadini che si lamentano sullo stato di degrado dei cimiteri, spunta l’eccezione Trecenta che si mette in luce per l’efficenza e per l’amore verso chi non c’è più


Trecenta (Ro) - “Dopo aver letto e visto anche dalle pagine di Rovigooggi.it segnalazioni e foto mortificanti (LEGGI ARTICOLO) sullo stato di degrado e sui furti che avvengono in vari cimiteri della Provincia, a nome di tantissimi cittadini non solo di Trecenta, ma anche di altri paesi e città, che vengono a trovare i loro cari, si vogliono mettere in evidenza il decoro, la pulizia e la "pace" che si percepiscono entrando nel cimitero di Trecenta”. 

A parlare è un signore che si fa portavoce di tanti cittadini: “Lodevole il lavoro dell'addetto ai servizi cimiteriali, signor Stefano, lavoro fatto di passione, di rispetto, di serietà e di amore verso chi non c'è più fisicamente, ma è presente nello spirito e verso parenti, amici, gente comune che si soffermano sulle tombe a dire una preghiera o semplicemente a fissare una foto o portare dei fiori per tenere in vita il ricordo. Un grazie anche agli operatori dl Comune che contribuiscono, quando è possibile, a supportare il lavoro del loro collega, così come è da riconoscere la delicatezza di altre figure, come i muratori, che intervengono nei momenti più tristi... ed di altre persone che tengono in ordine gli spazi comuni del cimitero così come la chiesetta, recentemente ristrutturata con cura dalla ditta edile Marcello Melloni e dai suoi operai”. 

Se non abbiamo rispetto per i nostri cari defunti, difficile averne per quelli ancora in vita. Trecenta si presenta sotto questo aspetto come una delle realtà migliori.

“Non a caso, qualche tempo fa, marito e moglie, con accento milanese - continua il cittadino - dopo essere venuti a trovare i loro cari qui sepolti, si sono fermati ad osservare alcune parti del Cimitero, e la moglie ha esclamato al marito: "Ma questo cimitero è un giardino, guardati attorno!"

“Un riconoscimento va all'amministrazione comunale che ci tiene alla cura di questo luogo particolare, dove restano tutte le nostre memorie e i nostri ricordi, dove emergono, per chi crede, due parole che toccano il cuore: Pax all'entrata del cimitero stesso e la scritta 'Io credo risorgerò' sulla facciata in alto della chiesetta”.

 

 

24 maggio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018