COMUNE ROSOLINA (ROVIGO) Venerdì 22 giugno il gruppo Più Rosolina assieme alla cittadinanza ha analizzato i primi due anni di amministrazione Vitale

Tante proposte e considerazioni, ma l’amministrazione non c’è 

TedxRovigo

Cimitero, il verde pubblico, le strade, la mancanza di programmazione, lo sport, il turismo, pesca e il sociale sono stati i temi trattai durante la tavola rotonda organizzata dal gruppo Più Rosolina con i cittadini 



Rosolina (Ro) - Un incontro partecipato e ricco di idee e soluzioni quello di venerdì 22 giugno a Rosolina presso la sala civica tra gli amministratori e la cittadinanza. 

La tavola rotonda organizzata dal gruppo Più Rosolina rappresentato da Pako Massaro, che ha visto la presenza della consigliere Daniela Falconi, ha intrapreso una discussione su tutto ciò che è stato fatto dall’amministrazione in questi due anni di mandato. I cittadini hanno toccato argomenti sensibili come il cimitero, il verde pubblico, le strade, la mancanza di programmazione, lo sport, il turismo, pesca e il sociale. 

Sono state sottolineate dai cittadini le carenze in diversi campi e sono stati richiesti interventi urgenti per normalizzare situazioni ormai da troppo tempo irrisolte. I cittadini hanno chiesto un piano effettivo e non solo parole dall’amministrazione.

Sul tema lavori pubblici è stato proposto di rivedere il progetto della piazza di Rosolina e di prevedere la costruzione anche della via del tramonto per collegare la chiesa al cimitero e con la curia pensare anche al riposizionamento dell’asilo a fianco alla chiesa. Si è parlato anche dei dossi e in molti hanno criticato il “braccino corto” dell’amministrazione che ha posizionato dei dossi di rallentamento inappropriati per il traffico che obbligano a fermarsi per non danneggiare le autovetture, chiedendo che vengano sostituiti con “rallentatori” in asfalto come quelli davanti alle scuole.  

Sul cimitero si è chiesto di intervenire, o direttamente o attraverso il gestore, per mettere in sicurezza tutte le zone pericolose come l’entrata dove alcune persone, a causa del pavimento sconnesso, sono cadute facendosi male, ed inoltre si sono lamentati per i prezzi delle lampade votive quasi doppi rispetto ai paesi limitrofi.

I cittadini inoltre hanno chiesto una maggiore puntualità sulla programmazione dei servizi: dallo sfalcio dell’erba alla pulizia delle strade senza dimenticare i giardini pubblici e i parchi giochi per i bambini. Sono stati chiesti più controlli per chi porta a passeggio il cane senza sacchetto per i “bisogni” ma anche cestini per conferire i rifiuti.

Anche sullo sport i cittadini hanno lamentato una mancanza di progetto “una continua perdita di opportunità”: dalla non iscrizione della prima squadra alle esigenze da parte della pallacanestro e ad una mancanza di piano per permettere ai ciclisti di usufruire dei percorsi a Rosolina Mare. Inoltre nessuno è a conoscenza di ciò che l’amministrazione voglia fare per completare i lavori al centro sportivo di Volto de Rosolina ed a Villaggio Norge.

Sul turismo sono piovute molte critiche e suggerimenti: la programmazione dei servizi e delle manifestazioni dovrebbe essere pronta in inverno, quando i clienti prenotano le vacanze. Si vuole inoltre che la tassa turistica venga spesa per il turismo e non per i lavori per cui il comune ha già i fondi, “anche perché il comune di Rosolina è il comune più ricco della provincia” ricordano i cittadini.

Per la pesca, di competenza del sindaco, è stato chiesto di portare a termine l’assegnazione dei posti barca promessi da due anni anche per permettere ai pescatori di poter lavorare in sicurezza oltre che per poter partecipare ai bandi regionali per rinnovare la propria attrezzatura. Inoltre i pescatori presenti hanno chiesto di risolvere il problema del canale di Levante, per permettere la raccolta del novellame, ed il consigliere Pako Massaro ha dato piena disponibilità di aiutare il sindaco a trovare una soluzione. 

Anche per il sociale sono stati chiesti pasti a domicilio oltre che un assistente sociale in comune per poter aiutare le persone che hanno bisogno.

La consigliere Daniela Falconi poi ha risposto alla richiesta di chiarimenti sul personale, sottolinenando che attualmente il comune di Rosolina “è l’unico comune ad avere tutto il personale in stato di agitazione. La preoccupazione è che se il personale che va in pensione non viene sostituito nei tempi adeguati c’è il rischio che si perda la possibilità di assumere”.

“Sfortunatamente nessuno della maggioranza ha partecipato alla tavola rotonda - conclude Massaro - per ascoltare la voce dei cittadini, nonostante i manifesti fossero stati appesi anche in comune. Speriamo che ai prossimi incontri ci siano tutti i rappresentati dell’amministrazione ad ascoltare i cittadini”.
 
27 giugno 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Tra ville e giardini 2018