SICUREZZA ROVIGO Presentata a Roma una applicazione per cellulari che consentirà ai poliziotti fuori servizio che assistono ad un crimine di avere un contatto immediato con la centrale

Mercurio App, per un intervento ancora più rapido della polizia

Baccaglini VW locator

In sala operativa si aprirà automaticamente uno streaming audio dedicato e prioritario (mono o bidirezionale) e, in base alla valutazione della situazione, potranno essere fatte confluire sul posto nel tempo più breve tutte le forze a disposizione



Rovigo - Anche a Rovigo è arrivata Mercurio App, per far intervenire più rapidamente le forze dell'ordine. Presentata oggi nel salone delle Conferenze del Viminale a Roma, Mercurio App è un’applicazione che, scaricata volontariamente sul cellulare, consente ai poliziotti, anche liberi dal servizio, di poter contattare direttamente la sala operativa per segnalare un allarme per qualsiasi situazione di pericolo in atto. Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e il capo della polizia, direttore generale della pubblica sicurezza, Franco Gabrielli hanno partecipato alla conferenza stampa di presentazione della innovazione del sistema di controllo del territorio che, usando gli strumenti della contemporaneità, permetterà alla polizia di Stato di amplificare l’azione di prevenzione e contrasto al crimine, moltiplicando le forze in campo.

Il poliziotto, anche fuori dal servizio, che assista ad una rapina, che si accorga della presenza delle armi a bordo di un’autovettura o che abbia qualunque altro grave sospetto per la sicurezza, avendo effettuato il download di Mercurio App, sarà già identificato e localizzato su di una mappa e potrà lanciare direttamente l’allarme. In sala operativa si aprirà automaticamente uno streaming audio dedicato e prioritario (mono o bidirezionale) e, in base alla valutazione della situazione, potranno essere fatte confluire sul posto nel tempo più breve tutte le forze a disposizione. Grazie all’applicazione, il poliziotto potrà inviare file audio, postare foto e video, con un’interattività che replica il linguaggio tipico dei social.

La sperimentazione positiva su 11 province, ha consentito l’estensione del sistema a 44 questure, quelle dotate della piattaforma tecnologica Mercurio e già 1.500 poliziotti hanno scaricato l’applicazione sul loro telefonino. A Rovigo più di cento poliziotti hanno aderito all’iniziativa, scaricando l’applicazione sul proprio cellulare.

5 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento