SANITÀ ADRIA (ROVIGO) Una coppia di Fiesso Umbertiano ringrazia il primario di chirurgia dell’ospedale Ferdinando Agresta ed il suo staff per l’assistenza ricevuta in struttura in occasione di una brutta diagnosi e successivo intervento 

“Sanità professionale e molto umana” il grazie di cuore di due coniugi 

DOMINA fuori tutto

L’ospedale di Adria un punto di riferimento non solo per i cittadini del Bassopolesine. Lo conferma la storia di due coniugi di Fiesso Umbertiano che hanno dovuto affrontare un brutto episodio ma la professionalità e l’umanità del personale medico ed infermieristico sono stati d’aiuto  



ADRIA (ROVIGO) - “Giovedì 24 maggio 2018, resterà per noi una data indelebile. Dopo alcuni mesi di analisi, ci viene detto di dover effettuare una colonscopia. Troviamo, per il giorno 24 appunto, la possibilità di effettuarla all’ospedale di Adria”.

Due coniugi di Ferrara residenti a Fiesso Umbertiano raccontano quanto è loro successo e ammettono: “prima di allora non sapevamo neanche dell’esistenza di questa struttura, il nostro polo ospedaliero di riferimento è sempre stato quello di Cona in provincia di Ferrara”.

Così si presentano all’esame un po’ agitati ma non troppo preoccupati. “Dopo circa quaranta minuti vengo chiamato dentro dai medici - racconta il marito - L’esito della colonscopia è devastante, a mia moglie viene diagnosticato un tumore al colon. Potete immaginare cosa ciò può voler dire, si piomba in un attimo in uno stato di agitazione mista a disperazione. Da subito noto da parte del personale presente, un atteggiamento volto a rassicurare e a confortarci. Dopo pochi minuti dall’esito della visita si presenta il primario della struttura, il dottor Ferdinando Agresta. In maniera molto precisa e decisa, ma allo stesso tempo quasi paterna, ci informa di quali possono essere le tappe successive. Ancora frastornati decidiamo di affidarci a lui e così fa attivare prontamente tutto l’iter”.

L’uomo racconta che nel giro di pochi giorni viene comunicata la data per la Tac, a seguire arriva l’esito della biopsia. “Chiediamo quindi di poter parlare con un medico per avere spiegazioni. Ci accoglie la Dottoressa Roveran che in questo caso assume con mia moglie un atteggiamento molto professionale ma allo stesso tempo materno”.

Viene comunicato il giorno stabilito per l’intervento, ovvero il 7 giugno. “Significa che a distanza di 14 giorni giusti dalla data della colonscopia, mia moglie viene operata” spiega il signore. “Nei 6 giorni in cui mia moglie resta ricoverata devo dire che siamo stati accolti da tutto il personale del reparto con estrema professionalità, cura e, qualcosa che non è scontato trovare ma che al tempo stesso fa enormemente piacere, ovvero abbiamo trovato un clima di affetto, devo dire famigliare. Ci hanno concesso di poter essere presenti ogni qualvolta per noi fosse possibile, hanno trattato mia moglie con cura e amore, l’hanno accarezzata, accudita, incitata e aiutata a rimettersi in piedi in tempi rapidissimi. Quando mia moglie è stata dimessa è stata abbracciata e baciata”. 

Sarà difficile dimenticare, “ne cito 2 per citarle tutte, l’infermiera Emanuela e la Oss Paola. Un grazie al dottor Agresta e alla dottoressa Roveran che riescono a coniugare perfettamente professionalità e un lato umano fantastico.

Ora la nostra sfida continua e nonostante il polo di Ferrara sia più pratico, abbiamo scelto di continuare le cura al reparto di Oncologia sempre ad Adria, sicuri di trovare ancora quella professionalità e quel clima di affetto che ti fa affrontare certe avversità con uno spirito migliore. Grazie di cuore a tutti”.

15 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento