FRATTA POLESINE (ROVIGO) Inizia lunedì 16 luglio la rassegna numero 19 a villa Badoer con tre concerti di formazioni locali: Camilla Ferrari ed i TipToe Duo, Jacopo Salieri e Nicola Govoni in duo, e Iarin Munari 4tet

Tra ville e giardini, il brindisi inaugurale con voci e gruppi emergenti

Tra ville e giardini 2018
Per maltempo il concerto si terrà al teatro Ballarin di Lendinara, inizio alle ore 21. Dalla delicatezza di Noa alle evocazioni di Bungaro, la fantasmagoria di Ennio Marchetto, il grande jazz degli Yellowjackets, la poesia di Toquinho, ma anche talenti emergenti


FRATTA POLESINE (ROVIGO) – Tra Ville e giardini 2018 spalanca i cancelli di villa Badoer a Fratta Polesine (Ro) con l’Anteprima, un evento di presentazione della rassegna, nato la scorsa edizione per omaggiare il pubblico. “Il nostro pubblico è la più grande gratificazione – ha commentato il direttore artistico, Claudio Ronda – ed è fondamentale perché con la sua partecipazione sostiene effettivamente la rassegna e ne ha permesso la continuità negli anni”.

Appuntamento quindi lunedì 16 luglio 2018, alle 21, nel giardino della villa palladiana divenuta uno dei simboli di Tra ville e giardini. Sarà una serata per conoscere gli artisti e gli appuntamenti che costelleranno l’estate polesana, intervallata da buona musica jazz eseguita da formazioni emergenti del territorio. L’ingresso è libero, ma i posti sono limitati per ragioni di sicurezza. In chiusura, un brindisi benaugurale a cura di Charlotte Rovigo e Supermercati Fratelli Fanchin.

Animeranno la serata tre concerti di formazioni locali: in apertura “Dedicated to you Carmen McRae”, uno spettacolo di musica e brevi racconti che ripercorre il cammino musicale di una grande donna del jazz. Con la voce di Camilla Ferrari ed i TipToe Duo, Nicola Govoni al contrabbasso e Federico Rubin al piano. A seguire Jacopo Salieri (piano) e Nicola Govoni (contrabbasso) in duo, presenteranno in anteprima alcuni brani del nuovo disco “Steps”, in uscita nel 2019 per l’etichetta indipendente romana Alfa Music, che traccia uno scenario jazzistico moderno di grande impatto emotivo.
In conclusione Iarin Munari 4tet, il quartetto composto da batteria (Iarin Munari), pianoforte (Alfonso Santimone), voce (Annalisa Vassalli) e basso (Nick Muneratti) proporrà una selezione del proprio repertorio originale, dove modernità e sperimentazione si uniscono ad una forte componente tradizionale che abbraccia jazz, funk e rhythm and blues.

Il cartellone artistico di questa XIX edizione presenta concerti e spettacoli di grande spessore culturale e punte di raffinatezza assoluta. Dalla delicatezza di Noa alle evocazioni di Bungaro, la fantasmagoria di Ennio Marchetto, il grande jazz degli Yellowjackets, la poesia di Toquinho, per fare alcuni nomi. Ma ci sono anche talenti emergenti.

“Abbiamo cercato di fondere dei nuovi modi di interpretare la musica con esperienze più collaudate – commenta il direttore artistico, Claudio Ronda – Ci piace ricercare fra le pieghe dei percorsi artistici degli spunti poco scontati, e mettere assieme divertimento e riflessione su cosa siamo, sempre però con leggerezza”. Leggerezza e pensiero, sono le cifre di Claudio Ronda, regista e coreografo di “Cenerentola, una storia italiana”, il balletto originale della compagnia Fabula Saltica di Rovigo, che ha debuttato trionfalmente la scorsa primavera al teatro Sociale di Rovigo.

La rassegna Tra ville e giardini 2018 viene promossa e finanziata dalla Regione del Veneto attraverso Reteventi, dalla Provincia di Rovigo che l’ha sostenuta fin dalle origini, col contributo della Fondazione Cariparo e di 13 Comuni polesani che ospiteranno a turno i 14 spettacoli in programma. L’organizzazione fattiva è dell’Ente Rovigo Festival con la collaborazione del Rovigo convention&visitors bureau.
 
15 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

TedxRovigo