PARTITO DEMOCRATICO ROVIGO Nello Chendi esprime diritti e doveri dei consiglieri iscritti: attenendosi alle decisioni del partito e del suo capogruppo Nadia Romeo. I non tesserati invece posso esprimersi secondo coscienza

Chendi: "Moretto e Borgato parlano da indipendenti"

Confartigianato evento 21 novembre 2018
Sono tre i consiglieri comunali di Rovigo iscritti al Partito democratico, ossia Nadia Romeo, Nello Chendi e Giorgia Businaro, mentre gli altri due Mattia Moretto e Andrea Borgato non potranno parlare a nome del Pd il cui dovere come portavoce spetta al capogruppo. Ci tiene a ribadirlo proprio Chendi che alla luce del fatto che Giorgia Businaro e Andrea Borgato in questi giorni stanno attaccando il partito per alcune decisioni prese in consiglio. Anomala in questo senso la posizione di Mattia Moretto, vicecapogruppo consiliare a Rovigo

ROVIGO - “E’ inaccettabile ‘subire’ lezioncine etiche sulla coerenza da chi deve fare ancora le scuole elementari della vita”. 

Nello Chendi, in qualità di presidente dell’assemblea provinciale del Partito democratico nonché consigliere comunale a Rovigo, commenta il modo in cui i consiglieri Giorgia Businaro ed Andrea Borgato si stanno esprimendo nei confronti del partito su alcuni temi che riguardano la città, in primis Asm spa (LEGGI ARTICOLO).

E’ stata proprio la nomina di Virna Riccardi, all’interno del cda della società (LEGGI ARTICOLO), a scatenare la divergenza tra il Pd che si è ripercossa anche nell’ultimo consiglio comunale dove sull’ordine del giorno riguardo la modifica dello statuto di Asm spa Chendi assieme alla capogruppo Nadia Romeo si è astenuto, mentre Businaro e Borgato hanno votato contro.

“Qualche giorno prima al consiglio si è tenuto un confronto interno al Pd e c’è chi non si è presentato - afferma Chendi - In commissione sul punto di Asm spa mi sono astenuto in quanto mancava una figura dirigenziale che potesse spiegare le nuove modifiche e risolvere i dubbi. Nessuno comportamento anomalo quindi in consiglio e nessun cedimento a Bergamin per careghe o altro. L’astensione politica su due provvedimenti in aula assumono il valore del riconoscimento parziale dell’efficacia di atti che potevano essere migliori se perfezionati con un iter diverso”. 

Poi ritorna sul ruolo politico all’interno del partito: Il gruppo del Pd ha dei titolari che a partire dal capogruppo sono gli iscritti al Pd che sono anche tenuti alle regole statutarie. I consiglieri eletti come indipendenti nella lista ma non iscritti possono intervenire ‘in solitario’ ma non certo rappresentare il Pd” riferendosi in questo caso ai consiglieri Mattia Moretto e Andrea Borgato. 

“Un consigliere del Pd deve partecipare ai lavori del coordinamento comunale del partito attenendosi alle decisioni del partito e del suo capogruppo. Questa disciplina regolerà la vita dei tre consiglieri Pd da oggi, mentre gli altri due facciano secondo coscienza, ma certamente non potranno parlare a nome del Pd di Rovigo il cui dovere come portavoce spetta al capogruppo Romeo”. 
 
31 luglio 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento