PORTO TOLLE (ROVIGO) Raffaele Crepaldi, assessore al Turismo, accusa di incompetenza i suoi predecessori e afferma che non esiste alcun importante progetto di sviluppo turistico per Polesine Camerini

“I progetti turistici elencati da Bellan esistono solo nella sua testa”

Strenne in Piazza Natale 2018
Info point turistico di Santa Giulia aperto solo il giorno dell’inaugurazione, mostra fotografica nell’ex sede dello Iat che nessuno ha visto e la scelta di realizzare un’area sosta camper attaccata all’area del mercato a Cá Tiepolo: Crepaldi elenca gli insuccessi di Bellan

PORTO TOLLE (RO) - “A puzzare, a Porto Tolle, c’è solo la grottesca incompetenza di chi purtroppo ha scaldato la sedia in Comune negli ultimi 5 anni”. Non usa mezzi termini l’assessore al Turismo, Raffaele Crepaldi che risponde per le rime all’ex sindaco Bellan che aveva accusato la giunta e il sindaco di voler demolire i progetti messi in piedi da lui come ad esempio il museo della pesca (LEGGI ARTICOLo). 

“Se il consigliere di minoranza Bellan avesse partecipato all’ultimo consiglio comunale - dice Crepaldi - non avrebbe di certo perso tempo a raccontarci stravaganti idee di progetti turistici internazionali che purtroppo risiedono, in maniera confusa, solo nella sua testa”.
L’assessore al Turismo afferma che non esiste agli atti del Comune nessun “importante progetto di sviluppo turistico a Polesine Camerini”, non esiste previsione nel piano delle opere pubbliche, non esiste nessuna copertura finanziaria, niente, nemmeno lo straccio di un disegno.
“I 45mila euro concordati in stile marchetta elettorale con l’allora presidente del Consvipo - prosegue Crepaldi - saranno utilizzati, qualora la domanda sia ammessa dal Gac, più concretamente, con l’immediata previsione nelle opere che il Comune vuole realizzare e la relativa copertura finanziaria. Purtroppo per tutti noi, a Polesine Camerini, Bellan e la sua giunta hanno prodotto solo la difficile situazione relativa all’allevamento dei polli, che per loro rappresentava un’opportunità di sviluppo in piena linea con lo sviluppo turistico della frazione e che produrrà sicuramente costi elevati a carico di tutti noi”.

L’assessore Crepaldi afferma che “se Bellan volesse avere la dignità politica di raccontare a tutti l’incredibile successo dell’info point turistico di Santa Giulia aperto solo il giorno dell’inaugurazione, della mostra fotografica nell’ex sede dello Iat che nessuno ha visto, dell’infelice scelta di realizzare un’area sosta camper attaccata all’area del mercato a Cá Tiepolo peraltro inservibile, della mega bufala del Museo della civiltà contadina che invito tutti ad andare a vedere per rendersi conto dello scempio, di ammettere che, ad oggi, sulla riconversione turistica della centrale di Polesine Camerini non esiste né un accordo di programma né una progettazione almeno preliminare, tutti noi portotollesi potremmo anche pensare di accettare le sue scuse”.

 
12 agosto 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Confartigianato Polesine 11 dicembre 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento