MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, al ritorno alla salita bellunese che lo consacrò campione italiano nel 2013, si gioca l'ultima carta per mantenere viva la lotta per il Civm

A Pedavena il Crocevia per Mancin

Michele Mancin
Baccaglini VW locator

Attualmente la generale di classe A 1600 vede un Mancin, in cronica crisi tecnica, ancora al secondo posto ma con il fiato sul collo di Guzzetta, lontano mezzo punto, e con il leader Tinella che vanta un margine di ventotto lunghezze.


RIVÀ (RO) - Un appuntamento da dentro o fuori, quello che attende Michele Mancin il prossimo fine settimana, in occasione della trentaseiesima edizione della Cronoscalata Pedavena - Croce D'Aune.

Il quart'ultimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna 2018 si presenta, per molti aspetti, come importante bivio per la stagione tricolore del portacolori di Mach 3 Sport.

Dopo un avvio molto promettente l'annata del polesano si è rivelata densa di problemi tecnici, i quali hanno rallentato il passo e favorito il rientro della concorrenza.

Seppure la classifica provvisoria sorrida ancora al pilota della Citroen Saxo, griffata Assoclub Motorsport, a preoccupare sono i valori in campo emersi nelle ultime trasferte, con un Guzzetta in palla e in grado di recuperare rapidamente il gap dalla vetta, a suon di vittorie.

Attualmente la generale di classe A 1600 vede un Mancin, in cronica crisi tecnica, ancora al secondo posto ma con il fiato sul collo di Guzzetta, lontano mezzo punto, e con il leader Tinella che vanta un margine di ventotto lunghezze.

In gruppo A il pilota di Rivà si presenta, al rientro in Veneto, al quinto posto assoluto, con un divario di un punto e mezzo da Parlato, su Honda Civic, e sedici e mezzo dal terzo gradino del podio, occupato da Tinella.

“La Pedavena mi riporta alla mente splendidi ricordi – racconta Mancin – perchè, proprio su questo tracciato, nel 2013 ci siamo giocati, all'ultima gara, ed abbiamo vinto il Campionato Italiano Velocità Montagna. In quell'occasione eravamo andati davvero forte, realizzando ottimi tempi. Sarebbe davvero bello dare una svolta a questa stagione, ripercorrendo gli stessi passi di quel 2013, ma la vediamo davvero molto dura. Oltre alle problematiche di setup, che ci portiamo dietro da alcune trasferte, sono i nostri avversari che stanno andando forte, in particolar modo Guzzetta. Ci sta dando veramente dentro e, ormai, ci ha preso. Se va avanti con questo passo è probabile che agguanterà anche la prima posizione di Tinella. Dal canto nostro ci stiamo preparando al meglio ma, se a fine gara il risultato non dovesse essere in linea con le nostre aspettative, potremmo anche decidere di guardarci attorno.”

La Pedavena - Croce D'Aune, con il suo percorso molto veloce e guidato, attira da sempre un nutrito plotone di agguerriti protagonisti, provenienti da altri settori dell'automobilismo sportivo e, principalmente, dai rally.

Questo fattore contribuisce, come da tradizione, ad aumentare il livello tecnico e sportivo della sfida nella quale Mancin, spalle al muro, dovrà necessariamente puntare al successo.

“La gara è davvero molto bella – sottolinea Mancin – ed è caratterizzata da un percorso di una buona lunghezza, decisamente veloce e guidato. Dopo tante, lunghe, trasferte è finalmente ora di tornare a correre nel nostro Veneto. Non siamo di casa ma, per la struttura del campionato, è come se lo fossimo. Ci saranno sicuramente tanti rallysti al via. Vedremo come andrà.”

 

 

 

30 agosto 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Ricatto rimandato

    MOTORI ROVIGO Ennesimo weekend nero per il pilota adriese Matteo Luise che, al penultimo atto del Campionato Italiano Auto Storiche, incassa l'ennesimo ritiro per problemi al motore

  • Ad una gara dal termine è assoluta parità 

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Problemi al motore rallentano il passo della Citroen Saxo dell'adriese Mondin, il quale si vede azzerare il vantaggio da Stival

  • Il conto in sospeso con l'isola D’Elba

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Il pilota adriese Matteo Luise, a distanza di un anno dalla tanto brillante quanto sfortunata apparizione nel penultimo atto del Ciras, è pronto a pareggiare il conto con la sorte

  • Podio di prestigio con il navigatore polesano

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Con l’adriese Fabrizio Handel al suo fianco, Gabriele Rossi è giunto terzo assoluto al Rally Historic Città di Modena

  • Rallysti In Kart, successo Targato Finotti - Doria

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Taglio di Po, Eros Finotti, assieme al clodiense Nicola Doria, archivia la prima edizione dell'evento polesano, vinto dall'esperto pilota vicentino Buccino

  • A San Martino scatta il rush finale  

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Due sono gli eventi che separano il giovane adriese Mondin, ancora leader in classifica, dal centrare una storica, per il Polesine, doppietta nel Campionato Italiano Wrc

  • L’emozione di girare a bordo di una supercars

    MOTORI ADRIA (ROVIGO) Bella iniziativa all’International Raceway a scopo benefico ed in favore delle persone diversamente abili provenienti anche da Padova e Verona 

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento