MOTORI ROVIGO Il giovane adriese, Michele Mondin, costretto al ritiro sulla prima speciale per la perdita di una ruota, rientra al sabato e, grazie ad una tattica prudente, mantiene la testa nel campionato

In Friuli un tenace Mondin chiude quinto

Baccaglini VW locator

La tenacia e l'intelligenza, propria dei grandi campioni, hanno permesso al polesano di salire sulla pedana di arrivo ancora da leader in campionato, seppur per due sole lunghezze su Stival, in vista degli ultimi due appuntamenti di San Martino di Castrozza e di Como.


ADRIA (RO) – Di tutto si sarebbe aspettato Michele Mondin, al rientro nel Campionato Italiano WRC dopo l'assenza del Rally della Marca, ma quanto accaduto alla  cinquantaquattresima edizione del Rally del Friuli Venezia Giulia si è rivelata un'autentica sorpresa.

Il pilota della Citroen Saxo gruppo A, iscritta per i colori di G.R. Motorsport e curata da Assoclub Motorsport, scendeva dalla pedana di partenza da leader in classifica, nella Coppa ACI Sport riservata alle vetture delle classi A6, Prod. E6 e K10.

L'adriese, affiancato da Haianes Tania Bertasini alle note, affrontava con il coltello tra i denti la speciale di apertura, la lunga “Porzus”, con tanta voglia di dare il meglio vista la lunga assenza dall'abitacolo.

Purtroppo la dea bendata aveva già scritto una storia diversa per il polesano.

“Sulla prima speciale” – racconta Mondin – “dopo cinque, sei, chilometri abbiamo iniziato a sentire una strana vibrazione, sempre più forte, alla ruota anteriore sinistra. Convinti di aver stallonato una gomma avevamo deciso di fermarci in prova, per sostituirla. A quel punto abbiamo sentito un forte botto ed abbiamo visto volare la ruota giù nel burrone. Ci siamo fermati e ci siamo resi conto che le colonnine erano tranciate. Un bel colpo gobbo però, se ci pensiamo bene, per fortuna che è successo quando eravamo quasi fermi. Poteva andare anche peggio.”

Tanta la voglia di non arrendersi, di fronte all'evidenza, ed ecco che tutto il team si mette a lavorare a testa bassa, per rimettere in sesto la trazione anteriore francese e consentire a Mondin di riprendere il cammino, cercando di arginare una potenziale disfatta in chiave CIWRC.

Alle tre di notte la Saxo è pronta a ripartire ed il pilota di Adria, deciso a gratificare lo sforzo della propria squadra, affronta la seconda frazione con un passo costante, evitando rischi.

Usciti dalla service area di metà giornata, con quattro gomme da bagnato, un cambio repentino del meteo, con la pioggia che abbandona il campo, rimescola nuovamente le carte.

La nuova criticità, l'assenza di coperture adatte su di un fondo in via di asciugamento, consiglia a Mondin di tirare i remi in barca, concentrandosi nel completare le tre speciali rimanenti.

La tenacia e l'intelligenza, propria dei grandi campioni, hanno permesso al polesano di salire sulla pedana di arrivo ancora da leader in campionato, seppur per due sole lunghezze su Stival, in vista degli ultimi due appuntamenti di San Martino di Castrozza e di Como

“Per come si era messa la gara possiamo dirci soddisfatti” – racconta Mondin – “perchè, dopo la beffa delle colonnette, il morale era sotto le scarpe. Tutti i nostri sforzi sembravano andare in fumo. Ritornata la razionalità abbiamo analizzato al meglio la situazione e, grazie al notevole lavoro di tutta la squadra, siamo ripartiti al Sabato e siamo riusciti a limitare i danni. Siamo ancora in testa al campionato, seppur per due soli punti su Stival. Tra poco arriva il San Martino di Castrozza e, possiamo dire, che vivremo un mini campionato di due gare. Ci sarà da sudare.”

 

4 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

  • Test probante per Finotti

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Taglio di Po, Eros Finotti, al debutto sulla Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, chiude con un buon sesto posto un'edizione resa insidiosa dalle avverse condizioni meteo

  • Rubini, dopo undici anni, di nuovo al Palladio

    MOTORI Il pilota di Este, iscritto per i colori della Monselice Corse, ritorna sulle strade vicentine, assieme all'adriese Handel, all'esordio sulla Peugeot 106 Kit Car

  • Nuovo debutto per Finotti al città del Palladio

    MOTORI ROVIGO Nella passata edizione il pilota di Taglio di Po, all'esordio su Renault Clio RS, chiuse secondo e, quest'anno, debutterà sulla Peugeot 208 R2 di Baldon Rally

  • Ad Alghero Mancin vince il Tivm 2018, Zona Nord

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, grazie al successo in classe A 1600 ed in gruppo A, conquista il titolo, ritrovando quel sorriso che gli permette di chiudere in bellezza la stagione

  • La sfortuna perseguita il pilota polesano 

    MOTORI ROVIGO L'adriese Matteo Luise, complice l'annullamento dell'evento per allerta meteo, si è visto costretto a digerire un altro colpo gobbo della sorte, rinviando l'esordio sulla Skoda Fabia R5

  • Luise vuole un Bellunese da protagonista

    MOTORI ROVIGO L'adriese avrà l'opportunità, tanto attesa, di provare una Skoda Fabia R5, quella del team S.A. Motorsport, affiancato dal compaesano Fabrizio Handel

  • Mancin, in Sardegna, per chiudere la pratica Tivm

    MOTORI ROVIGO Il pilota di Rivà, Michele Mancin, complice un fuori programma a sfondo regolamentare, si presenterà ai nastri di partenza ad Alghero, felice di affrontare una nuova esperienza

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento