SCUOLA ROVIGO Parte “Sinergie per un viaggio sicuro”, il progetto che mette in rete 13 enti e 6 comuni per contrastare la dispersione scolastica in provincia  

Innovativa piattaforma di ascolto rivolta ai giovani 

Lorella Ghiotti, Andrea Bergamo e Amos Golinelli
Baccaglini VW locator

Sono protagonisti di Sinergie per un viaggio sicuro anche i Comuni di Rovigo, Badia Polesine, Lendinara, Bergantino, Stienta e Melara. Alcuni di loro hanno sostenuto economicamente il progetto, altri metteranno a disposizione spazi e locali per attività e iniziative. Tutti e sei svolgeranno una fondamentale azione di promozione nei territori di competenza e individueranno eventuali situazioni di disagio rientranti nel target del progetto. 


ROVIGO - Presentato il progetto Sinergie per un viaggio sicuro, mercoledì 5 settembre, all'auditorium del liceo scientifico Paleocapa di Rovigo. Sono intervenuti il responsabile del progetto Amos Golinelli, il coordinatore Lorella Ghiotti, il dirigente dell'Ufficio Ambito Territoriale di Padova e Rovigo Andrea Bergamo e i rappresentanti di tutti gli enti partner.

Il progetto Sinergie per un viaggio sicuro è stato selezionato dall’impresa sociale con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Rientra tra gli 86 progetti sostenuti in tutta Italia attraverso il bando Adolescenza. Nei due anni scolastici 2018/2019 e 2019/2020 Sinergie per un viaggio sicuro intende creare una rete operativa in tutta la provincia di Rovigo capace di aprire un dialogo con gli adolescenti dagli 11 ai 17 anni a rischio di dispersione e abbandono scolastico. Il Centro Territoriale di Supporto ai Bisogni educativi speciali di Rovigo è il soggetto responsabile di un complesso piano di intervento che, grazie al coinvolgimento di partner attivi su tre poli territoriali e scolastici (Rovigo, Adria, Badia Polesine), si tradurrà in un percorso ricco di proposte culturali, sociali, formative e ricreative in grado di promuovere il benessere di ogni soggetto e dell’intera comunità in cui è inserito, partendo naturalmente dai servizi che la provincia di Rovigo mette già a disposizione. 

Tre i livelli su cui opera Sinergie per un viaggio sicuro. Il primo, e più ampio, strizza l’occhio agli studenti a rischio di dispersione e abbandono scolastico e comprende laboratori motivazionali ed esperenziali in ambiente scolastico o in atelier esterni con il coinvolgimento di figure professionali e qualificate: istruzione, assistenza, salute, sport, disabilità, integrazione e servizi di ascolto sono solo alcuni degli ambiti di intervento del progetto. Un ampio piano di formazione è dedicato anche ai genitori degli studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado: l’obiettivo è coinvolgerli in iter di sostegno articolati in colloqui individuali e di gruppo, oltre che in incontri volti a promuovere le buone prassi dell’educazione familiare. Parte del progetto è infine dedicata all’aggiornamento degli insegnanti di ogni ordine e grado scolastico. 

Per centrare l’obiettivo di ridurre sensibilmente la dispersione e l’abbandono scolastico in Polesine, il Centro Territoriale di Supporto ai Bisogni Educativi Speciali si è fatto capofila di una nutrita squadra di partner. Questi gli enti e i comuni della provincia che hanno aderito a Sinergie per un viaggio sicuro (tra parentesi l’ambito di intervento di ognuno): Ufficio Scolastico Territoriale di Rovigo (organo di riferimento per le scuole), Centro Territoriale per l’Integrazione – Rovigo (organo di riferimento per le scuole), Centro Territoriale per l’Integrazione – Adria (organo di riferimento per le scuole), Altrinoi Cooperativa sociale Onlus (laboratori artistici e creativi), Down Dadi Adria Onlus (laboratori extrascolastici), ERE Italia (formazione), Azienda Ulss 5 Polesana (colloqui individuali e di gruppo), Coni Point Rovigo (attività ludico-sportiva), Corte Carezzabella - Fattoria didattica (percorsi formativi), Peter Pan società cooperativa sociale Onlus (accoglienza e laboratori), Centro Interdipartimentale di Ricerca in pedagogia e psicologia dell’infanzia - Università di Padova (ricerca e formazione), Il Manto di Martino Onlus (divulgazione e informazione), Veneto Lavoro (ricerca, promozione e formazione) 

Sono protagonisti di Sinergie per un viaggio sicuro anche i Comuni di Rovigo, Badia Polesine, Lendinara, Bergantino, Stienta e Melara. Alcuni di loro hanno sostenuto economicamente il progetto, altri metteranno a disposizione spazi e locali per attività e iniziative. Tutti e sei svolgeranno una fondamentale azione di promozione nei territori di competenza e individueranno eventuali situazioni di disagio rientranti nel target del progetto. 

Particolarmente strategico il ruolo dei Servizi per l’Impiego, prima della Provincia di Rovigo e ora di Veneto Lavoro, che attraverso azioni di orientamento contro la dispersione scolastica aggiorneranno i dati già esistenti per individuare con maggior precisione il contesto di riferimento sul quale insiste Sinergie per un viaggio sicuro. Attraverso l’Anagrafe Regionale degli Studenti, gli operatori vengono a conoscenza dei casi di abbandono o di ritiro formale dal circuito dell’istruzione, avviando colloqui con i minori e le loro famiglie per cercare, nella migliore delle ipotesi, di far riprendere un regolare percorso scolastico. 

Uno dei cardini del progetto è l’innovativa piattaforma di ascolto online che offre la possibilità a ogni studente di dialogare a distanza con un professionista. Vi si accede dalla sezione dedicata nel sito www.ctsctirovigo.it. Un vero e proprio servizio di ascolto virtuale per raccogliere richieste di aiuto, bisogni, desideri e pensieri di chiunque sia alla ricerca di un confronto ma non sa a chi rivolgersi. Uno strumento che, pur garantendo l’assoluto anonimato, consente di portare a galla situazioni di disagio fornendo le informazioni e gli strumenti necessari a superarle. Uno specialista sarà a disposizione online nei giorni e negli orari pubblicati sul sito ma potranno essere inviati messaggi e richieste in qualunque momento scrivendo all’indirizzo mailascolto.sinergie@ctsctirovigo.it, con la certezza di una risposta in tempi brevi. 

Per l’intero biennio ogni attività e iniziativa inserita in Sinergie per un viaggio sicuro sarà monitorata dalla Fondazione Emanuela Zancan Onlus – Centro studi, ente valutatore del progetto. 

 

 

5 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento