MUSICA ROVIGO Mercoledì 5 settembre al Tempio della Rotonda si è tenuto il quinto appuntamento della rassegna Rovigo Cello City con l’ensemble di archi composto da Giovanni Sollima, Luigi Puxeddu, Francesco Manara, Elisa Spremulli e Vladimir Mendelssohn

Trionfo di Sollima: in alto i violoncelli

Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Un concerto avvincente che ha saputo coinvolgere tutti i presenti quello che si è tenuto con Rovigo Cello City dove maestri e studenti hanno saputo incantare il pubblico anche con momento di canto 



ROVIGO - Pubblico incantato al quinto appuntamento della rassegna Rovigo Cello City che si è svolto mercoledì 5 settembre alle ore 21. Sul prezioso palco del Tempio della Rotonda protagonista un ensemble di archi composto da Giovanni Sollima e Luigi Puxeddu ai violoncelli, Francesco Manara ed Elisa Spremulli ai violini e Vladimir Mendelssohn alla viola.

Dal Quintettino dello Scacciapensiero di Boccherini, al Quintetto in Do maggiore D 956 di Schubert per arrivare all'energico Fandango dello stesso Sollima ispirato a una famosissima composizione omonima di Boccherini, i musicisti hanno dato vita a un concerto avvincente che ha saputo coinvolgere tutti i presenti.

Il pubblico è stato reso partecipe specialmente durante il bis, quando alcuni studenti del Conservatorio di Rovigo, accompagnati dal Maestro Luca Simoncini, hanno affiancato il quintetto con i loro violoncelli per eseguire Signore delle Cime del compositore Giuseppe De Marzi. A quel punto dalla sala si è levato un coro di voci che ha accompagnato gli artisti nell'esecuzione del canto. Una sorpresa molto apprezzata. Grande successo dunque per la serata, testimoniato dagli innumerevoli applausi e dai complimenti che in chiusura sono stati rivolti generosamente e a più riprese ai musicisti.

Il prossimo concerto della rassegna è previsto per sabato 8 settembre alle ore 21 presso il Tempio della Rotonda: Violoncelli all'Opera, un'orchestra interamente composta da violoncelli, con il sostegno di due contrabbassi.

I protagonisti saranno uno dei mezzosoprani più apprezzati a livello internazionale, la rodigina Marina De Liso (vincitrice nel 2001 del concorso “Toti Dal Monte” e nel 2002 del Concorso “Aslico”), l'eclettico basso/baritono Maurizio Leoni (1° Premio assoluto al Concorso "Caravita" di Musica da Camera), Alfredo Persichilli e Martina Lopez, rispettivamente primo violoncello e concertino del Teatro della Scala di Milano, accompagnati da I Violoncelli di Rovigo Cello City. Il programma sarà un viaggio nel mondo dell'opera lirica e un omaggio a Gioacchino Rossini in cui il violoncello sarà grande protagonista.

I Violoncelli di Rovigo Cello City sono: Alberto Baldo, Michele Ballo, Alessia Bruno, Anna Stevanato, Caterina Colelli, Edoardo Francescon, Marina Pavani, Luigi Puxeddu, Anastasia Rollo, Luca Simoncini. Al contrabbasso Enrico Benà e Alessandro Spada. Il concerto, reso possibile grazie al contributo di Fondazione Banca del Monte di Rovigo, è a ingresso libero. È possibile riservare il posto a sedere al costo di 10euro presso la sede dell’associazione Venezze, in vicolo Venezze, 2, dalle ore 10 alle 12, tutti i giorni, escluse domeniche.

6 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento