SALUTE ROVIGO Nelle scuole del territorio comunale sono diversi i bambini non ancora vaccinati. Autocertificazione prorogata fino al 10marzo 2019

Sono 17 i bambini rodigini non ancora vaccinati 

Baccaglini VW locator

Uno del nido e 16 negli istituti comprensivi: questa la situazione elencata dall’assessore Susanna Garbo a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico per quanto riguarda i bambini non ancora vaccinati in attesa di capire la normativa di legge 



ROVIGO - A pochi giorni dall’inizio delle scuole nel comune di Rovigo sono 17 i bambini non ancora vaccinati. A farlo presente è l’assessore all’Istruzione Susanna Garbo che spiega come “la situazione dei bambini vaccinati nei nidi e nelle scuole d'infanzia del nostro comune, è costantemente monitorata”.

L’assessore fa presente che risulta un solo bambino non vaccinato al nido, “i cui genitori sono stati invitati a produrre adeguata documentazione”.

Per quanto riguarda gli istituti comprensivi, risultano tre bambini non vaccinati al Comprensivo 1; due bambini al Comprensivo 2; uno al Comprensivo 3 e dieci al Comprensivo 4.

 

“Si conferma la visita dei Nas ai Comprensivi 2 e 3, - commenta - che hanno effettuato verifiche a campione delle autocertificazioni prodotte dai genitori, cui seguirà un controllo incrociato presso l'Asl per accertare che quanto dichiarato dai genitori sia corrispondente al vero. Nel frattempo restiamo in costante contatto con i dirigenti scolastici e sanitari per il rispetto della normativa di legge”.

Normativa che sta creando confusione per i dirigenti scolastici e sanitari. Secondo la legge Lorenzin i bambini non possono entrare in classe se non sono in regola con i vaccini portati da 4 a 10. Il nuovo Governo sta però pensando a norme meno stringenti e a un’autocertificazione. Proprio in questi giorni è stato approvato dalle Commissioni Bilancio e Affari costituzionali un nuovo emendamento sui vaccini al decreto Milleproroghe che proroga per quest'anno scolastico la validità dell'autocertificazione della famiglia valida fino al 10 marzo 2019. Entro quel termine i genitori sono tenuti a procurare "la documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni obbligatorie", come prevede il nuovo emendamento dei relatori al Milleproroghe.

7 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento