FAMIGLIE ROVIGO Giovedì 6 settembre si è conclusa Girotonda con lo spettacolo “Capriole all’insù” della giovane compagnia teatrale poles a 

Pizzardo&Zanforlin chiudono la rassegna sui trampoli 

Baccaglini VW locator
Con i trampoli, la musica, la poesia, qualche risata ed un po’ di commozione Andrea Zanforlin e Beatrice Pizzardo hanno fatto divertire i bambini e le loro famiglie all’ultimo appuntamento della prima edizione di Girotonda che ha visto lo spettacolo Capriole all’insù

ROVIGO - Buona la prima per Girotonda, la rassegna organizzata dal Viavai dei Piccoli e dall’associazione culturale L’Asino d’Oro per i bambini e per le famiglie. La prima edizione si è conclusa con lo spettacolo di Andrea Zanforlin e Beatrice Pizzardo difronte al monumento sacro dedicato alla Beata Vergine del Soccorso, dove li aspettavano numerosi bambini, entusiasti per l’inizio di Capriole all’insù. 

E’ una storia d’amicizia, quella raccontata giovedì 6 settembre, e tutta ambientata a Rovigo, all’ombra delle due torri e di una grande quercia. Proprio in quel giardino trascorreva gran parte del suo tempo la piccola Rosa, costretta a rimanere sola molto tempo perché i genitori erano obbligati per motivi di lavoro a fermarsi nel Delta. 

Proprio in quel gran giardino, sotto la quercia Lia, Rosa incontra un fenicottero rosa ferito ad una gamba. Se ne prende cura e giorno dopo giorno i due diventano inseparabili. La loro amicizia, la saggezza della quercia insegnano a Rosa a non lasciarsi andare alla tristezza della solitudine, a resistere, a non mollare mai,  e a credere con fiducia che ogni piccola o grande difficoltà della vita troverà sempre una soluzione. Il fenicottero  riesce a volare alto ed i genitori di Rosa tornano a casa. Ma i due amici continueranno ad incontrarsi ai giardini ed a salire in cima alle due torri per guardare dall’alto il monumento di Garibaldi, il tempio della Rotonda e la vita della loro amata città, sotto di loro. 

Con i trampoli, la musica, la poesia, qualche risata ed un po’ di commozione Andrea e Beatrice sono riusciti a dare forma alla storia di Rosa, che poi è la storia di ogni bambino, catturando gli applausi dei presenti, grandi e piccini.

Dopo gli applausi, come di consueto Girotonda ha previsto la merenda sotto le stelle offerta da NaturaSi e Borsari. Non c’è stata la lotteria, però. Gli organizzatori dell’evento, soddisfatti per il successo della prima edizione di Girotonda, hanno invitato i bambini a conservare il biglietto assegnato ad ognuno proprio ad inizio serata fino a Natale e a tenere controllato il sito del Viavai dei Piccoli: “Ci sono grosse sorprese in arrivo!”.
11 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento