RUGBY TOP12 Vittoria agevole per la FemiCz Rovigo (41-8) contro una Lazio a tratti nervosa. Velocità a corrente alternata che ha portato in meta i rossoblù ben sette volte

Bonus in tasca senza troppi problemi per i Bersaglieri 

FemiCz Rovigo - Lazio: David Odiete in meta
FemiCz Rovigo - Lazio: riaperta la tribuna Lanzoni i lavori sono in fase di ultimazione
FemiCz Rovigo - Lazio
FemiCz Rovigo - Lazio: Al Battaglini ospite la Pugilistica Rodigina
FemiCz Rovigo - Lazio: Al Battaglini ospite la Pugilistica Rodigina
FemiCz Rovigo - Lazio: Prima del match un doveroso minuto di raccoglimento per Andrea Previati scomparso venerdì
FemiCz Rovigo - Lazio: Pippo Cadorini
FemiCz Rovigo - Lazio: Julien Nibert
FemiCz Rovigo - Lazio: La prima meta porta la firma di capitan Ferro
FemiCz Rovigo - Lazio: Animi accesi in campo in un paio di occasioni
FemiCz Rovigo - Lazio:
FemiCz Rovigo - Lazio: Gianmarco Piva tra i più positivi
FemiCz Rovigo - Lazio: Gianmarco Vian
FemiCz Rovigo - Lazio: La prima meta di Odiete
FemiCz Rovigo - Lazio: Nicolo' D'Amico
FemiCz Rovigo - Lazio: Denis Majstorovic
FemiCz Rovigo - Lazio: La terza meta di Odiete in mezzo ai pali
FemiCz Rovigo - Lazio: Cartellino giallo rimediato da capitan Ferro senza avere colpa
FemiCz Rovigo - Lazio: Mantelli dalla piazzola meno preciso del solito
FemiCz Rovigo - Lazio: La prima meta in una partita ufficiale per il giovane Francesco Rossi
FemiCz Rovigo - Lazio
FemiCz Rovigo - Lazio: La meta di Thor Halvorsen
FemiCz Rovigo - Lazio: Jacques Momberg
FemiCz Rovigo - Lazio: Thor Halvorsen
FemiCz Rovigo - Lazio: Edo Lubian
FemiCz Rovigo - Lazio: L'ex Gabriele Cicchinelli
FemiCz Rovigo - Lazio: L'esultanza di Odiete, bonus in tasca e testa al derby
Musikè Fondazione Cariparo 730x90 istituzionale - post evento

Un buon inizio nonostante tutti i problemi ed acciacchi vari. La squadra di Umberto Casellato rompe il ghiaccio vincendo contro una modesta, ma grintosa Lazio. Un caldo a tratti soffocante ha complicato a tratti la manovra dei rossoblù che quando hanno accelerato hanno fatto quello che hanno voluto. Quattro mete di Odiete, meritatamente man of the match. Meta all’esordio per il giovane Rossi e il sudafricano Halvorsen. Prima del match è stato ricordato Andrea Previati scomparso venerdì 13 settembre. Il lungo applauso del Battaglini salutato l’ex giocatore e dirigente dei Bersaglieri.

In campo e in tribuna la Pugilistica Rodigina in una sorta di gemellaggio, una iniziativa del club di viale Alfieri che ogni settimana inviterà una società sportiva del territorio 
le parole di Casellato, Odiete e Borin
leggi l'articolo su Zambelli e l'intervista al presiente Azzi


ROVIGO - Più che la prima partita di campionato, quella con la Lazio e sembrata per la FemiCz Rovigo l'ultima del precampionato, una bella sgambata in vista del vero inizio di questo Top 12 in programma sabato prossimo a Padova contro i campioni d'Italia del Petrarca. C'era parecchia curiosità attorno a questo debutto dei rossoblù dopo un'estate dove a essere protagoniste sono state più le polemiche societarie che le vicende della squadra. La formazione del nuovo “head coach” Casellato, entrata in campo con sei dei nuovi acquisti, non ha incontrato difficoltà nel mettere alle corde una coraggiosa e volonterosa Lazio. La prestazione della FemiCz Rovigo ha alternato momenti di buon ritmo ad altri meno brillanti, ma a inizio stagione e contro avversari come la Lazio può andare bene così. 

Nei momenti in cui i rossoblù hanno cercato di giocare in velocità si sono viste cose interessanti con l'ovale che veniva smistato con buona padronanza. A volte, però, certe forzature nei passaggi e qualche “mano” un po' ruvida ha depotenziato le giocate offensive. Tutte cose, in ogni caso, che dovrebbero trovare una sistemazione con il passare del tempo e con il lavoro. Rispetto a quella di McDonnell la FemiCZ Rovigo di Casellato è apparsa meno vincolata al rendimento del pack, poco sollecitato negli avanzamenti, mentre molto più spesso è stata chiamata in causa la giovane linea dei trequarti. E' vero che la pressione delle terze linee laziali non è stata asfissiante, ma la coppia mediana formata da Piva e Mantelli, e soprattutto il giovane mediano di mischia, hanno messo in mostra una rapidità di esecuzione e di decisione molto promettenti. 

Dal canto suo la mischia rossoblù si è limitata a garantire il possesso nelle fasi statiche e a qualche rolling maul sotto misura. Un segnale che il baricentro della “nuova” FemiCz Rovigo si sta spostando più indietro. I rossoblù hanno cominciato con il passo lento lasciando alla Lazio più spazio del consentito e i romani ne hanno approfittato per portarsi in vantaggio al 2' con un penalty di Ceballos. I rossoblù si sono svegliati dal torpore (faceva abbastanza caldo) dopo una decina di minuti quando la mischia è entrata in funzione azionando una perfetta rolling maul da rimessa laterale che ha portato capitan Ferro in meta. Il gioco della FemiCz Rovigo ha acquistato sempre più intensità e per limitarne la pericolosità la Lazio è ricorsa al fallo come è accaduto al 17' quando Bruno ha rimediato un cartellino giallo per un placcaggio alto su Cadorini. La squadra di casa ha sfruttato al massimo la superiorità numerica andando in meta due volte chiudendo in pratica il match già prima della mezzora. Al 19' una lunga azione nei “22” laziali ha visto in evidenza due nuovi acquisti rossoblù Nibert e Rossi, con quest'ultimo liberato verso la marcatura da un ottimo passaggio del francese

Poco più tardi la FemiCz Rovigo ha avuto a disposizione una mischia ordinata a cinque metri dalla meta. Un anno fa ci sarebbe stata un'unica opzione da seguire: avanzamento in spinta verso la meta. Invece, nonostante il pack avversario fosse con un uomo in meno, la squadra di Casellato ha allargato il gioco verso la touche dove si è fatto trovare smarcato Odiete per la meta. Con il risultato in tasca i rodigini hanno voluto cercare il gioco manovrato a tutti i costi scontrandosi con una certa frenesia e un con qualche errore di troppo. Al ritorno in campo dopo l'intervallo la FemiCz Rovigo si è presentata con mezza mischia cambiata: l'intera prima linea più Halvorsen. Dopo una breve sfuriata della Lazio con qualche incursione del sempre pericoloso Francesco Bonavolontà, i rossoblù hanno ripreso il comando delle operazioni e al 6' c'è stata un'altra marcatura di Odiete che ha raccolto un pallone “sporco” a metà campo trasformandolo in merce preziosa grazie a una galoppata che lo ha portato in meta dopo aver seminato diversi avversari. Lo stesso giocatore si è ripetuto al 19' andando ancora a segnare intercettando un brutto passaggio dell'ex rossoblù Cafaro. Sembrava una partita ormai destinata a un finale tranquillo e scontato, ma poco oltre metà ripresa è scattata una bella scaramuccia in mezzo al campo che l'arbitro e suoi assistenti hanno faticato a far rientrare. Con una decisione salomonica il direttore di gara ha mandato sulla panchina dei cattivi i due capitani Ferro e Filippucci che sono rimasti fuori dal campo per dieci minuti durante i quali c'è stata la meta di Halvorsen, uscito di forza da una ruck, e di Giancarlini, bravo nel arrivare prima di Barion su un pallone calciato in area di meta rodigina. Il sigillo finale lo ha messo Odiete con la sua quarta marcatura personale scaturita da un'ottima azione di Borin per uno score finale molto largo. 

Per il momento in casa della FemiCz Rovigo basta e avanza. Infine qualche annotazione sull'esordio della nuova piattaforma della FIR grazie alla quale sarà possibile seguire in streaming tutte le partite del Top 12. Dapprima le note positive, una per la verità: la qualità della produzione è migliore rispetto allo scorso anno grazie all'impiego di due telecamere. Purtroppo il debutto di questo sistema ha zoppicato un po’ nei tempi di collegamento. Al calcio d'inizio solo due partite su sei erano visibili, poi dieci minuti più tardi se ne sono aggiunte altre due e per vederle tutte ci è voluto un quarto d'ora. Speriamo siano solo errori di gioventù.

Roberto Roversi

FEMICZ ROVIGO – LAZIO 41 - 8

MARCATORI: 2' c.p. Ceballos, 14' m. Ferro, 19' m. Rossi tr. Mantelli, 24' m. Odiete; s.t. 6' m. Odiete tr. Mantelli, 19' m. Odiete tr. Mantelli, 26' m. Halvorsen tr. Mantelli, 29' m. Giancarlini, 32' m. Odiete.

FEMICZ ROVIGO: Barion; Borin, Modena (5' p.t. Majstorovic), Angelini, Odiete; Mantelli (34' s.t. Visentin), Piva (25' s.t. Loro); Ferro (cap.), Lubian, Vian (10' s.t. Venco); Nibert (1' s.t. Halvorsen), Cicchinelli; D’Amico (1' s.t. Pavesi), Cadorini (1' s.t. Momberg), Rossi (1' s.t. Brugnara). All. Casellato

LAZIO: Bonifazi; F. Bonavolontà (16' s.t. Vella), Guardiano (30' s.t. Guardiano), Coronel, Borzone; Ceballos, D. Bonavolontà (30' s.t. Brui); Bruno, Filippucci (cap),Pagotto; Ocampo, Blessano (7' s.t. Giancarlini); Bolzoni (7' s.t. Forgini), Baruffaldi (27' s.t. Amendola), Cafaro (24' s.t. Marsella). All. Montella

ARBITRO: Riccardo Angelucci di Livorno.

NOTE: p.t. 17-3. Spettatori 1.300 circa. È stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Andrea Previati, dirigente rossoblù prematuramente scomparso. Cartellini gialli per Bruno al 17' p.t., Ferro al 21' s.t., Filippucci al 21' s.t.. Calciatori: Mantelli 6 p.ti (tr. 3/6); Ceballos 3 p.ti (c.p. 1/1, tr. 0/1). Man of the Match: Odiete. Punti classifica: Rovigo 5; Lazio 0

Gli altri risultati
Toscana Aeroporti Medicei - Valorugby Emilia 22 - 25
Fiamme Oro – Mogliano 45 - 17
Valsugana – Argos Petrarca 9 - 40
Viadana – Lafert San Donà 45 - 7
Patarò Calvisano – Verona 37 - 3

La Classifica

Viadana, Patarò Calvisano, FemiCz Rovigo, Argos Petrarca e Fiamme Oro 5; Valorugby Emilia 4; Toscana Aeroporti Medicei 1; Mogliano, Lafert San Donà, Verona, Valsugana e Lazio 0.

Prossimo turno - 22 settembre
Lafert San Donà – Verona
Lazio – Viadana
Argos Petrarca – FemiCZ Rovigo
Mogliano – Valsugana
Valorugby Emilia – Fiamme Oro
Patarò Calvisano – Toscana Aeroporti Medicei

 

 

 

15 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento