PARTITO SOCIALISTA ITALIANO Silenzio assordante attorno al destino di Interporto spa, l’adesione ad “Allibo adriatico si è conclusa in un naufragio finanziario” 

L’Interporto affoga o riparte?

Baccaglini VW locator

Cosa succede ad Interporto? Secondo il Psi risolti gli ultimi problemi di navigabilità ed elettrificando il tratto Rovigo - Interporto, è pronto a partire 


“L’Interporto di Rovigo, che con la gestione Fini aveva sanato le perdite ed iniziato a produrre utili, è stato, con l’avvento della successiva gestione Contiero, investito da uno tsunami che ha rischiato di affogarlo nei debiti. Fortunatamente è arrivato il nuovo presidente Bressanin che lo ha preso per i capelli e cerca di rianimarlo in un silenzio assordante. L’adesione alla Allibo Adriatico, società che doveva far volare l’Idrovia incentivando il trasporto fluviale, si è conclusa, invece, con un naufragio finanziario di notevole portata. Il costo di tale avventura, visto che la società aveva avuto dei trascorsi non molto felici sotto altre bandiere (Pagnan e Cargil), è stato ed è ci centinaia di migliaia di euro. A meno che il liquidatore non riesca a vendere, e non a svendere, i natanti a disposizione attenuando così l’impatto negativo. Avventure e manager dal curriculum discutibile a parte, si tratta ora di toglierlo dal limbo facendo sì che le istituzioni pubbliche che lo partecipano lo aiutino ad essere completamente operativo e non, invece, a cederlo ad altri come fosse qualcosa di fastidioso di cui liberarsi. L’Interporto di Rovigo, che è costato vagonate di miliardi di lire, è pronto a partire a condizione che si risolvano gli ultimi problemi legati, uno alla completa navigabilità del Fissero-Tartaro-Canalbianco con l’innalzamento del ponte ferroviario di Rosolina e l’altro elettrificando finalmente il tratto di ferrovia Rovigo-Interporto onde far sì che i treni merci possano arrivare direttamente allo scalo interportuale senza dover travasare le merci stesse sul trenino a gasolio. Di recente l’autorità portuale di Venezia ha dichiarato che senza l’Idrovia Padano Veneta il Porto di Venezia non ha futuro. Quindi è ora di pensare al nostro Interporto come ad una potenzialità di sviluppo economico a cui Rovigo ed il Polesine non possono rinunciare”.

Partito Socialista Italiano 
Federazione Polesana

24 settembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Adria Hashtag Music Festival

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento