COMUNE ADRIA (ROVIGO) La lista Cavallari 2.0 avrebbe preferito che nel consiglio monotematico sul futuro dell’ospedale fossero coinvolte anche associazioni e sindacati 

Ospedale Adria, “occasione persa per parlarne tutti assieme”

Confartigianato evento 21 novembre 2018

Non solo forze politiche ma anche le associazioni e sindacati dovrebbero partecipare al consiglio monotematico sul futuro dell’ospedale di Adria secondo la lista Cavallari 2.0 che ha ottenuto la convocazione per il 15 ottobre (LEGGI ARTICOLO)



ADRIA (RO) - Soddisfatta al 99% la lista Cavallari 2.0 sull’approvazione del consiglio comunale monotematico sul tema del futuro dell’ospedale di Adria. 

“Nessuna ira per la presenza del comitato nel consiglio sulla sanità che si terrà lunedì sera: più voci si sentono, più forte e convincente  sarà il messaggio di chi, come tutti noi, vuole tutelare l’ospedale di Adria” afferma Giuliana Fantinati.

La lista però avrebbe avuto piacere, assieme alle altre forze di minoranza, visto l’interesse collettivo sul tema, che questo consiglio fosse aperto a tutti gli interlocutori, ma è stato negato. “Crediamo si sia persa un’occasione importante perché oltre alle forze politiche che non sono presenti in consiglio comunale, - spiega Fantinati - ma che hanno rappresentanti in regione e al governo e che potevano e possono essere di aiuto, sarebbe stato interessante e proficuo sentire anche le associazioni, i sindacati, ed anche rappresentanti spontanei come le ostetriche del punto nascite di Adria. Ne sarebbe uscita un’immagine unita e compatta  della città e di una battaglia che riguarda tutti noi. In ogni caso chiediamo fin d’ora anche il sostegno di tutti questi soggetti e chi vorrà esternarlo pubblicamente è il benvenuto”.

12 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento