MOSTRA PESCHERIA NUOVA ROVIGO Inaugurata la personale dell’artista rodigina, 70 quadri, la presentazione di Angioletta Masiero, la musica di Daniela Mastrandrea con Claudia Lapolla e la voce di Irene Lissandrin 

La passione per colori e parole di Stefania Schiesaro

Confartigianato evento 21 novembre 2018
Cinque giorni di pittura, libri, musica e poesia. Passioni... itinerario artistico di emozioni è il titolo della mostra di Stefania Schiesaro, l’artista rodigina che espone poi di 70 quadri in Pescheria nuova e in una cornice di eventi culturali e musicali. L’esposizione è stata inaugurata con il contributo di Angioletta Masiero, Irene Lissandrin, Claudia Lapolla e Daniela Mastrandrea 

ROVIGO - Vent’anni dal primo acquerello, la prima esposizione fu nel 1999, Stefania Schiesaro festeggia l’anniversario nello spazio espositivo della Pescheria nuova a Rovigo. Una personale che è una carrellata di quanto realizzato con stucco, fibra di vetro, legno e altri materiali, ma soprattutto colore. Un percorso dove la vita artistica e la vita personale s’intersecano inevitabilmente e dove le parole, Schiesaro è autrice di poesie che si legano al vissuto dei quadri, acquisiscono un valore unico, soprattutto per chi sa come sono nate o a chi sono rivolte.

Ad aprire l’evento è stato un momento musicale con Daniela Mastrandrea, compositrice e pianista, e la violinista Claudia Lapolla che dopo un avvincente tango hanno dato appuntamento al concerto dell’indomani. A leggere i versi di Schiesaro, cinque poesie tratte da Rinascite, ė Irene Lissandrin, giornalista e cantante lirica, accompagnato dalle trasognanti musiche di Mastrandrea. I quattro elementi che Schiesaro propone sia in tela che in versi sono Terra, Acqua, Fuoco e Aria, un modo di concepire i rapporti e le relazioni. Lissandrin poi canta Lascia ch’io pianga di Handel e un’aria antica di Antonio Cesti. In pubblico è sinceramente commosso.

La mostra è presentata da Angioletta Masiero, presidente degli autori polesani, pluripremiata poetessa, giornalista e critica d’arte, che ha parole di apprezzamento per l’arte di Schiesaro, ne traccia la storia e ne scava le dinamiche tra vita e arte. “Quando osservo alcune opere di Stefania Schiesaro - spiega Masiero - mi vengono alla mente Kandinsky, Klee, Mondriaan che, per certi aspetti sono vicini alla pittura della nostra artista. Erano dei mistici che volevano lacerare il velo frapposto dall'apparenza sensibile per giungere a una più alta verità. Fa parte della dottrina zen la teoria che solo dopo esserci liberati da ogni logica convenzionale siamo in grado di essere illuminati, possiamo aspirare a un grado superiore di spiritualità. Stefania Schiesaro, a mio avviso, si avvicina molto a questa teoria".

"Dalle sfumature delle sue pennellate deriva, inoltre, - prosegue la presidente degli autori polesani - il senso delle tre dimensioni. L'artista si caratterizza per la tipologia delle sue opere materiche e spirituali al tempo stesso, irripetibili, originali ed evocative. E' affascinata dalla levigatezza o ruvidezza, dalla trasparenza o densità della materia.

Dalle sue stupende opere traspare il suo particolare interesse per gli effetti ottici di forme e colori, che possono esercitare un'azione reciproca sulla tela producendo inattesi bagliori o guizzi”.

L’esposizione sarà aperta al pubblico fino a sabato 20 ottobre, seguendo gli orari 10 - 13 al mattino, dalle 16.30 alle 20 e dalle 21 alle 23. 
Ogni giorno prevede degli eventi. Il 17 Claudia Lapolla e Daniela Mastrandrea hanno proposto Fluide risonanze, musiche composte dalla stessa pianista. Alla sera Marika Zago e Fabio Faggion hanno presentato de Il manuale dei tuoi perché. Giovedì 18 alle 18 Angioletta Masiero ritorna per presentare le poesie di Flavia Altieri, La scatola chiusa; mentre alle 21 Poesie del giorno prima è il titolo della raccolta di Alberto Cristini con gli interventi musicali di Alessia Bruno. Venerdì 19 alle 18 Stefano Valentini, direttore della Nuova tribuna letteraria, di dedica al libro di Natale Luzzagni, Tanto vale vivere. Alle sera alle 21 Laura Begossi al flauto e Silvia Martinelli danzatrice propongono musiche e danze dal classico all’orientale. Sabato 20 alle 17 Angioletta Masiero presenta per la prima volta il libro Tango del Berligiu con commenti musicali di Walter Sigolo e Marco Dainese, fisarmonica e viola. Alle 21 la conclusione dell’itinerario artistico di emozioni con la reciproca intervista tra Grazia Previato e Stefania Schiesaro, autrici e scrittrici.
18 ottobre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

ebook baseball

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento