CULTURA ROVIGO Venerdì 14 dicembre alle ore 20.30 al Teatro Sociale si terrà l’opera di lirica “Le nozze di Figaro”

Eleganza e dramma per la grande opera di Mozart 

Baccaglini VW locator
La stagione lirica del Teatro Sociale prosegue con un altro grande appuntamento venerdì 14 dicembre alle 20.30: andrà in scena “Le nozze di Figaro”, una coproduzione del Teatro sociale e Fondazione Rovigo Cultura che vede la firma del maestro Massimo Pizzi Gasparon Contarini, Orchestra Regionale Filarmonia Veneta in collaborazione con Fantasia in Re, Coro Lirico Veneto ed il maestro Matteo Valbusa

ROVIGO - La stagione lirica del Teatro Sociale di Rovigo prosegue venerdì 14 dicembre alle 20.30 con “Le nozze di Figaro”. L'opera andrà in scena in replica domenica 16 dicembre alle 16 e in anteprima Teatroragazzi mercoledì 12 dicembre alle 16.

La presentazione dell'opera a cura di Luigi Costato, si terrà giovedì 13 dicembre alle 17 nel Ridotto del Teatro Sociale. “Dopo la splendida collaborazione della scorsa stagione – ha affermato l'assessore alla Cultura Alessandra Sguotti, in occasione della conferenza stampa tenutasi oggi a palazzo Nodari -  siamo felici di avere di nuovo con noi il maestro Massimo Pizzi Gasparon Contarini che firma la regia di una produzione completamente del nostro teatro con scenografie create dal nostro laboratorio. Ringrazio tutti i nostri sostenitori e il pubblico che ci sta seguendo con grandissimo affetto e ci appoggia con grande entusiasmo in questo grande Bicentenario”.

“Le nozze di Figaro”, è un'opera, come ha spiegato il direttore artistico del Teatro Sociale, Claudio Sartorato, deliziosa, una commedia dell'arte, un titolo che mancava da tempo. Una produzione grande con un cast eccezionale.

A far parte del cast ci sono: Fabio Previati nella veste di Figaro, Alfonso Mujica (Conte di Almaviva), Gabriella Costa (Susanna),  Daria Masiero (contessa di Almaviva), Leyla Martinucci (Cherubino), Filippo Pina Castiglioni (Don Basilio/Don Curzio), Bruno Pratico (Don Bartolo), Lara Rotili (Marcellina), Francesco Toso (Antonio), Annagiulia Bonizzato (Barbarina). 

“E' per me un grande piacere – ha detto il maestro Pizzi Gasparon Contarini - tornare in questo teatro dove ho instaurato un bellissimo rapporto di lavoro e di amicizia. E' bello ritrovare l'essenza del teatro ed è quello che ho cercato di fare anche con quest'opera, lavorando sull'azione drammatica per guidare lo spettatore a seguire quello che deve essere visto. Ho immaginato una situazione dove i personaggi  vivono quasi di luce propria. Una situazione pressochè claustrofobica, dove tutto si svolge nell'arco di un giorno. Stiamo facendo un lavoro intenso con un cast preparato e conoscitore di Mozart”.

Per il direttore d'orchestra James Meena, si tratta di uno dei capolavori dello stile classico, che presenta ben otto arie famose. Soddisfazione anche da Valentina Noce, vice presidente della Fondazione Rovigo Cultura che coproduce l'opera, da Giuseppe Toffoli per la Fondazione Cariparo. 
 
6 dicembre 2018
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

Strenne in Piazza Natale 2018

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento