EVENTI POLESINE (ROVIGO) Le maggiori manifestazioni nei comuni di Rovigo, Adria, Lendinara, Costa di Rovigo, Lusia, Polesella, Canda e Pincara dove o arriverà la vecchia o si terrà il falò propiziatorio 

Ecco la mappa della Befana in Polesine

Baccaglini VW Service
E’ un appuntamento che ormai è entrato nella tradizione del Polesine l’arrivo della Befana ed il Brusavecia. Molti i comuni polesani che si sono organizzati per creare un monento di divertimento a bambini, giovani e famiglie 


ROVIGO - E’ partita da Rovigo e Adria sabato 5 gennaio la Befana polesana a distribuire dolciumi a bambini e ragazzi, ma non mancherà di sorvolare negli altri comuni domenica 6 gennaio. 

A Rovigo si è presentata al Palazzetto dello sport dove ad aspettarla c’erano tutte le associazioni sportive del territorio, evento organizzato dalla Polisportiva Csi con il Forum giovani e l’assessorato allo sport guidato dal vicesindaco Andrea Bimbatti. A Rovigo però non mancherà di fare un secondo giorno domenica 6 gennaio ritornando, dopo due anni di assenza, in Tassina alle ore 17.30 (LEGGI ARTICOLO). 

Ad Adria invece sabato 5 gennaio si è tenuta la festa “La Befana vien di notte” dove la vecchietta ha incontrato associazioni e bambini del centro storico, mentre domenica 6 gennaio alle ore 18.15 si terrà il Brusavecia nel Canalbianco. 

Nel comune di Lendinara la Befana è arrivata sabato 5 gennaio presso la sede della consulta a Valdentro dove ha consegnato la tradizionale calza ai bambini presenti. Nella frazione di Barbuglio l’appuntamento è per domenica 6 gennaio alle 15 nella chiesa di San Nicola dove verranno anche premiati i presepi. Alle 18.30 invece appuntamento a Rasa nei locali della parrocchia con il Vecio e la Vecia per la consegna della calza accompagnata da cioccolata calda, vin brulè e panettone. 

Il circolo Aics di Costa di Rovigo ha organizzato per domenica 6 alle ore 16 l’annuale appuntamento con il divertimento assicurato per i bambini grazie all’animazione fino all’arrivo delle Befana. 

Il grande falò del Brusavecia a ridosso dell’argine dell’Adige concluderà a Lusia le festività natalizie. La prima parte del pomeriggio di domenica 6 gennaio sarà dedicata ai più piccoli, dalle 15 infatti ci saranno momenti di animazione per bambini e la Befana arriverà per distribuire le calze. Alle 17 la festa si sposta sull’Argine dell’Adige dove sarà dato alle fiamme l’alto falò e si potrà state insieme gustando panini e bevande calde ed alle fine non mancherà la lotteria a favore del centro e dell’asilo parrocchiale. 

La Vecia brucerà sull’argine del Po anche a Polesella domenica 6 gennaio alle ore 18. L’evento, promosso da Avis e Aido, richiamerà famiglie e bambini che riceveranno dolci omaggi dalla Befana. 

Non mancherà di bruciare anche lungo il Canalbianco a Canda domenica 6 gennaio: i volontari della Pro loco hanno organizzato alle 17 un gazebo in via Scardovare dove sarà possibile trascorrere un pomeriggio in campagna della simpatica vecchietta che consegnerà poi i dolciumi ai presenti ed infine il grande falò. 

Zelo intorno alle 17 la Befana arriverà sul fiume Tartaro sempre domenica 6 gennaio. Durante il Brusavecia sul porticciolo si potranno gustare tradizionali frittelle con cioccolata calda e vin brulè. Dalle 17.30 anche a Baruchella sul piazzale delle poste si accenderà il falò alto più di 3 metri mentre la Pro loco che organizza l’evento distribuirà anche pasta e fagioli, cioccolata, panettone e calza per tutti. 

Infine a Pincara la festa domenica 6 gennaio parte alle 15.15 con momenti di festa e spettacoli per bambini fino all’arrivo delle Befana alle 16.45 per poi concludere la serata con il Brusavecia alle 17.15. 


 
5 gennaio 2019
Studio legale Fois 468x60




Correlati:

La tua privacy per noi è importante!


Proseguendo nella navigazione acconsenti al trattamento dei dati essenziali per il funzionamento del servizio. Ti chiediamo inoltre il consenso per il trattamento esteso alla profilazione e per il trattamento tramite società terze.
Leggi di più Acconsento